Archivi tag: Sebastiano Cascone

Personaggi stabiesi

Brevi monografie, dedicate ai figli illustri di Stabia e a tutti coloro
che hanno dato lustro alla città di Castellammare di Stabia

Personaggi stabiesi

Personaggi stabiesi

Continua a leggere

SEBASTIANO CASCONE in concerto e, il Gruppo Teatro QUARTO PIANO

Nel 390° anniversario della nascita della
Reale Congregazione dell’Immacolata Concezione e San Catello
liberoricercatore.it
organizza
“SEBASTIANO CASCONE in concerto e, il Gruppo Teatro QUARTO PIANO”

Immagini dalla locandina

Immagini dalla locandina

Nella suggestiva cornice dell’antica chiesa di San Giacomo Maggiore di Castellammare di Stabia, sabato 13 dicembre 2014 (con inizio alle ore 19,45), si terrà: “SEBASTIANO CASCONE in concerto e, il Gruppo Teatro QUARTO PIANO”.

Continua a leggere

Sebastiano Cascone

(breve biografia a cura del dott. Corrado di Martino)

Un incontro quasi casuale, e solo perché noi viviamo per caso(1), mi ha portato ad incontrare un musicista, stabiese come me, stabiese come voi, dalle rare capacità compositive ed interpretative.
Un amico comune, Pio Negri, ci ha presentati; una conoscenza casuale mi ha permesso di scovare un talento, temo, ai più sconosciuto. Sebastiano Cascone, stabiese DOC è nato nella Città delle Acque il 7 febbraio del 1970. Viene avviato da piccolo allo studio del pianoforte su espresso desiderio della madre; lui stesso dichiarerà che all’inizio avrebbe preferito correr via insieme ai compagni di scuola a giocare ora a mosca cieca, ora a nascondino, ora a tirar calci ad un pallone.

Sebastiano Cascone

Sebastiano Cascone, in una visita agli studi Elios Registrazioni di Castellammare di Stabia

Col tempo però, musica e talento hanno compiuto l’opera, Sebastiano inizia un intenso rapporto con la musica classica; conseguendo nel 1992 il Diploma in Pianoforte presso il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino. Nel 1993, ottiene il Diploma di Alto Perfezionamento di Pianoforte con il M° Aldo Ciccolini presso l’Accademia Musicale “Mugi” di Roma. Seguono, gli studi di Didattica della Musica, di Composizione e Clavicembalo, compiuti nel 1998. In virtù della sua indiscussa bravura, gira i teatri italiani e stranieri come pianista e accompagnatore lirico. A partire dal 1995 perfeziona il suo livello artistico, integrandolo con corsi di formazione quali quelli di: esperto in Musica – Relazione – Integrazione; esperto in Animazione e Didattica Musicale; esperto in Metodologia Kodaly; esperto in Educazione al Suono e alla Musica; esperto in Pedagogia musicale e Didattica delle percussioni; esperto in Musicoterapia; esperto in Metodologia e Pratica dell‘Orff – Schulwerk; esperto in Tecniche di Rilassamento per Musicisti; esperto in LIS – Linguaggio Internazionale dei Segni; esperto in Metodologia Dalcroze e Gordon; esperto in MusicoArteTerapia.
Potendo contare sulla preziosa guida del M° Campanino, svolge correntemente la sua attività di accompagnatore lirico, alternata a quella di concertista presso le più note strutture alberghiere della Costiera Sorrentina.

Sebastiano Cascone

Sebastiano Cascone

Il primo desiderio vissuto fin ad allora solo nei sogni, si realizza nel 2007, quando pubblica il primo album della sua carriera: “Sorridere ad un sogno”.
Il 1° febbraio del 2013, nell’ambito della mostra ROCK al PAN (Palazzo della Arti di Napoli), viene pubblicato in anteprima mondiale “Acquaria” il secondo album del grande pianista stabiese.
Goccia dopo goccia; respiro dopo sospiro; fra una lacrima sospinta dalla brezza marina; il Maestro Cascone, quasi non bastassero gli 88 tasti ora bianchi, ora neri, di un pianoforte, trae energia dall’aria e sostanza dall’acqua per creare “Acquaria” un viaggio onirico prima nel suo cuore poi in quello dell’ascoltatore.

Acquaria

Acquaria

Il disco, edito dalla VERADEIS, distribuito dalla IRD, è reperibile in tutte le librerie Feltrinelli, ma può essere acquistato anche on line al seguente indirizzo:

http://www.jazzos.com/detail0.php?prod=VER0027&cat=CDNEW

 

Al seguente link ( Volo libero ) potete ascoltare un saggio della sua bravura.

Buon ascolto!!!

 

Note:
(1) Non c’è da meravigliarsi che il caso possa tanto su di noi, dato che noi viviamo per caso (Michel de Montaigne).