Archivi tag: Bonuccio Gatti

Santu Catiello e ll’alluvione

Il 20 gennaio 1764 una disastrosa alluvione provocò ingenti danni alla nostra città, ma grazie all’intercessione di San Catello (per noi stabiesi Santu Catiello) non ci furono vittime, al contrario dei paesi vicini come Lettere, Casola, Gragnano, Pimonte e Vico Equense.

A seguire la poesia composta (nel gennaio 2014) da Bonuccio Gatti, in occasione del 250° anniversario dell’alluvione.

Santu Catiello in una pittura di Ciro Alminni

Santu Catiello in una pittura di Ciro Alminni


Santu Catiello e ll’alluvione

Pure chist’anno è asciuta ‘a prucessione,
pure sta vota s’è mantenuta ‘a tradizione;
‘o maletiempo, accussì comme d’incanto,
è scumparuto propio pe f’ascì’ ‘o Santo!

E chistu ccà è pure ‘n’anno particolare,
ce sta ‘n’anniversario che è da ricordare:
250 anne fa ce fuje ‘na grossa alluvione,
ma Santu Catiello salvaje ‘a pupulazione. Continua a leggere

‘O juoco d”e nucelle

‘O juoco d”e nucelle
( Il gioco delle nocciole )

'O juoco d''e nucelle

‘O juoco d”e nucelle

Fino agli anni ‘60, era tradizione, per la maggior parte dei ragazzini, dei vari quartieri e rioni di Castellammare, giocare con le nocciole durante il periodo delle festività natalizie. Era un gioco semplice e senza grosse pretese, bastava avere soltanto una buona coordinazione oculo-manuale e naturalmente le nocciole. Ci si riuniva in gruppo, poi ogni partecipante doveva preparare il suo carrillo formato da tre nocciole poste una accanto all’altra sormontate da un’altra nocciola. I carrilli, così preparati, si mettevano insieme su uno spiazzo del cortile o della strada, poi si faceva ‘o tuocco cioè la conta e il designato dalla sorte, postosi ad una determinata distanza, tirava il primo colpo con una nocciola più grande delle altre chiamata menangola, e cercava di colpire e di far cadere il maggior numero di carrilli, che naturalmente vinceva. Continua a leggere

REGIO DECRETO: ginnasio in Castellammare di Stabia ( coll. privata prof. Bonuccio Gatti )

Regi Decreti

2 luglio 1885: REGIO DECRETO che istituisce un ginnasio in Castellammare di Stabia
( coll. privata prof. Bonuccio Gatti )

"L'Artistica Fontana", oggi... (foto Bonuccio Gatti).

L’Artistica Fontana della Scuola “Basilio Cecchi”

a cura  del prof. Bonuccio Gatti

Panoramica della scuola

Panoramica della scuola

I lavori per la costruzione dell’edificio scolastico denominato “Basilio Cecchi”, attualmente sede del I Circolo Didattico di Castellammare di Stabia, iniziarono nel 1910 nel luogo chiamato “Fondo San Catello”, appartenente già dal 1314 alla Famiglia Coppola, divenuto poi nel ‘900, proprietà del Comune. In questo luogo furono realizzati anche il Mercato Ortofrutticolo, il Palazzo dei Mutilati ed altri edifici per civili abitazioni. Questo edificio è stato la prima struttura scolastica costruita a Castellammare e, fino al 1958, sede dell’unica Direzione Didattica della nostra città. Continua a leggere

Bonuccio Gatti

Bonuccio Gatti (poetica stabiese)

Preg.mo Maurizio Cuomo alias Libero Ricercatore di Stabia. Innanzitutto voglio ringraziarla per l’opera che svolge con il suo sito ed ancora per la benevolenza con cui ha accolto le mie poesie…

Bonuccio Gatti

Bonuccio Gatti

‘O Libbero Ricercatore ‘e Stabbia

Stu Sito l’aggio scuperto pe cumbinazione,

me n’ha parlato ‘n’amico ca sta ‘a parte ‘e fore,

ma vide ‘nu poco: è sempe ‘a solita canzone,

te ne vaje luntano, però ccà rummane ‘o core.

Ma quanti ccose ce stanno dint’a stu Sito,

dalle notizie storiche, alle foto, alle curiosità,

comodamente, muovendo sultanto ‘nu dito,

scopri tante cose interessanti della tua città!

È un’enciclopedia in rete di Castellammare,

per ogni tua domanda ‘a risposta sicuro sta ccà,

‘n’atu Sito accussì difficilmente lo potrai trovare;

stu Libbero Ricercatore overamente ce sape fà’!

 Bonuccio Gatti


Visualizza la raccolta completa di poesie sul sito dell’autore: www.bogat.it

Continua a leggere