AccaddeOggi
Nel 1961 viene varata la motocisterna 'Cafiero'.

Valorizzazione del Territorio

Secondo Incontro ValorizzazioneSecondo Incontro Valorizzazione

Martedì, 28 giugno 2016 (ore 18,30), presso la Sala Conferenze di Unimpresa (Via Annunziatella, 23 – Castellammare di Stabia), si terrà il secondo incontro sul tema “Valorizzazione del Territorio – La chiave per la Città Nuova“. Patrocinato da UNIMPRESA, e organizzato da AssoA.I.G. in collaborazione con le associazioni: Stabiaè, Myo, Ars Nova, Architetti Monti Lattari, l’incontro prevede, tra gli altri, anche un interessante intervento di Antonio Cimmino di liberoricercatore.it con il seguente tema: “Il Regio Cantiere di Castellammare di Stabia dalle origini al 1860“.

L’ingresso è libero. La cittadinanza è invitata!!

Le immagini incoronate della Madonna

A Castellammare ci sono sei Immagini della Madonna che, per i loro pregi artistici, per l’antichità e per la grande devozione dei fedeli, sono state incoronate con decreto del Rev.mo Capitolo Vaticano, in accoglimento del desiderio del popolo stabiese. A seguire ve le proponiamo disposte In ordine di tempo dell’avvenimento.

Le immagini incoronate della Madonna

Santa Maria della LiberaSanta Maria della Libera

Titolo dell’Immagine: Santa Maria della Libera
Data del rito dell’Incoronazione: 27 giugno 1965
Prelato che ha proceduto al rito: (*) Cardinale Giuseppe Ferretto

* * *

Continua a leggere

Le miracolose acque minerali di Castellammare

( a cura di Lino Di Capua e Gelda Vollono )

Nel corso delle nostre ricerche siamo venuti in possesso della copia di un giornale della metà del secolo scorso, il “Roma della Domenica”,  nel quale il giornalista Raffaele Ruggiero riporta la notizia dell’esistenza di un documento: una lunga lettera manoscritta, che reca la data del 23 agosto 1832, indirizzata ad un’Eccellenza e firmata dall’ingegnere costruttore di 1a classe Giuseppe Negri.

manoscrittomanoscritto

Quest’ultimo, come si legge nella lettera, precedentemente aveva sostenuto una ipotesi veramente affascinante su una non comune proprietà delle acque minerali di Castellammare, che nulla ha a che vedere con le loro celebri virtù terapeutiche, cioè quella di rendere durevolissimo il legno in esse immerso. Continua a leggere

Fumetti: Le tresor de l’Afrika Korps

a cura di Gaetano Fontana

Dallo  storico settimanale transalpino “Tintin” n. 934 del settembre 1966 (il titolo è eponimo del famoso personaggio di Hergè), pubblicato in Belgio e in Francia, troviamo una storia che ha inizio proprio dal porto di Castellammare. L’autore è un disegnatore belga Wan Dessel, semidimenticato, di cui si vede la firma in basso a destra nella prima vignetta.

Fumetti: Le trésor de L'AFRICA KORPS

Ambientata nella seconda guerra mondiale, precisamente il 16 settembre 1943, la storia inizia appunto dal porto della Città delle Acque. I Tedeschi in ritirata, diretti a Bastia, imbarcano su delle navi il tesoro dell’ “Afrika Korps”, ma durante la navigazione sono attaccati dai bombardieri Americani e sono costretti ad affondare il carico. Dopo la guerra non riusciranno più a trovare il tesoro che avevano abbandonato in mare. Continua a leggere

Villa del Pastore

articolo a cura di Vincenzo Cesarano

Il Pastore (particolare)Il Pastore (particolare)

La villa del Pastore risale a un periodo compreso tra l’VIII secolo a.C. e il 79 d.C., essa prende il nome da una statua marmorea (alta circa sessantacinque centimetri, con una base di sedici), risalente al periodo ellenistico, rinvenuta nel 1967 raffigurante un anziano pastore, vestito di pelli, che trasporta in spalla un capretto mantenuto con la mano destra mentre con la sinistra regge una lepre. I primi scavi, effettuati sul pianoro di Varano, furono intrapresi nel maggio 1754 ad opera di Karl Weber, immediatamente apparvero dei muri e furono recuperati i primi oggetti, in seguito furono interrotti per poi riprendere nel 1775, sotto la guida di Pietro la Vega fino al 1778. Continua a leggere