Archivi tag: Maurizio Cuomo

Presepe stabile Stabiano

Comunicati Stampa

Nella rubrica vengono pubblicati avvisi e comunicati giunti alla nostra Redazione

Comunicati Stampa

Comunicati Stampa


Ultimo Comunicato:

Il recupero di una preziosa opera d’arte e il desiderio di credere ancora nella valorizzazione turistica di Castellammare. Dopo decenni di abbandono, ritorna a nuova vita il presepe ottocentesco della Concattedrale stabiese.

Presepe stabile Stabiano

Presepe stabile Stabiano

Con uno sforzo economico non indifferente sono stati restaurati dall’imprenditore Giovanni Irollo quasi settanta pezzi, appartenuti alla collezione di monsignor Petagna.

Giovedì 19 settembre (ore 18.30) nella sala convegni della Banca Stabiese (Corso Vittorio Emanuele, 113) sarà presentato alla stampa “Il Presepe Stabile Stabiano”.

Parteciperanno il sindaco Gaetano Cimmino, il parroco della Concattedrale Antonino D’Esposito, Massimiliano Greco, presidente dell’Associazione stabiese dell’arte e del presepe, Giovanni Irollo, amministratore unico Gidal, l’architetto Flavio Morvillo, Maurizio Santoro, amministratore delegato della Banca Stabiese e l’imprenditore Riccardo Scarselli. Modera la conferenza il giornalista Pierluigi Fiorenza.

Da metà dicembre il presepe verrà collocato, in maniera permanente, all’interno della Sala Capitolare della Concattedrale stabiese.

Non si tratta di un’operazione nostalgica, ma di contribuire fattivamente al rilancio di Castellammare e di restituirle un’importante opera d’arte di cui rischiavamo di perdere le tracce. Inoltre siamo convinti che il presepe possa attirare in città un notevole flusso turistico in ogni momento dell’anno a prescindere dal Natale. Il nostro progetto è solo l’inizio di un percorso imprenditoriale che vorremmo svolgere in collaborazione con l’Amministrazione comunale stabiese e la Regione Campania. Infine ci piace immaginare che anche altri operatori seguiranno il nostro esempio aiutando Castellammare a rifiorire e a ritornare protagonista nel circuito turistico d’eccellenza”, sostengono i promotori del progetto Presepe Stabile Stabiano in Concattedrale. Continua a leggere

San Catello – la storia del nostro Santo Patrono

a cura di Maurizio Cuomo

La storia di San Catello, vescovo di Stabia e patrono della città di Castellammare di Stabia, purtroppo, non è ben chiara. Avvolta nel mistero e per alcuni tratti contraddittoria, la vita del Santo, fu trascritta per la prima volta dall’Anonimo sorrentino in un manoscritto risalente alla fine del IX sec. Intento a raccontare la storia di Sant’Antonino abate di Sorrento (strettamente collegata alla vita di San Catello), l’anonimo nei suoi antichi scritti, menzionando le vicissitudini che legano i due Santi, ha rilasciato numerose tracce descrittive anche di San Catello.

San Catello (stampa d'epoca)

San Catello (stampa d’epoca)

L’incontro tra i due Santi avvenne nella seconda metà del VI secolo, quando Sant’Antonino (monaco benedettino), scampato alla furia devastante del popolo longobardo, dopo diversi giorni di profugo cammino, giunto a Stabia, fu accolto dal vescovo Catello. Continua a leggere

Annibale Ruccello - busto posto in Villa Comunale (foto Maurizio Cuomo)

Annibale Ruccello

a cura di Maurizio Cuomo

Annibale Ruccello - busto posto in Villa Comunale (foto Maurizio Cuomo)

Annibale Ruccello – busto posto in Villa Comunale (foto Maurizio Cuomo)

Annibale Ruccello nasce a Castellammare di Stabia, il 7 febbraio 1956, da Ermanno e Giuseppina de Nonno. Nel 1977, discutendo una tesi in antropologia culturale sulla Cantata dei Pastori di Andrea Perrucci, si laurea in Filosofia (con il massimo dei voti), all’Università di Napoli “Federico II”.

Attore, regista, drammaturgo, è anche studioso della cultura e della lingua napoletana. Nel 1978 fonda la cooperativa “Il carro” e, in collaborazione con Lello Guida, comincia a scrivere e a mettere in scena i suoi primi lavori teatrali, ispirati in gran parte a materiali della cultura popolare. Continua a leggere

Il mercato nel 1842

a cura di Maurizio Cuomo

Per il piacere di conoscere più approfonditamente la nostra storia e perché no, di “respirare” il suggestivo vissuto stabiese di fine Ottocento, mi pregio di riportare la descrizione del Parisi, riguardante i “Mercati”1 e le mercanzie che in quell’epoca venivano introdotte e vendute nella nostra Castellammare.

Il mercato a Castellammare (Giacinto Gigante - XIX sec.)

Il mercato a Castellammare (Giacinto Gigante – XIX sec.)

Castellammare principale città del suo distretto, nel centro di questo situata ed in molti prodotti fertile, oltre dello esterno suo commercio à pure dei larghi e ricchi mercati che molti dalle altre città continuamente vi richiamano e che a grande vantaggio di sè e della sua popolazione certamente pur sono. I lunedì, mercoledì e venerdì di ogni settimana improrogabilmente al suo mercato son destinati, dalla costa di Sorrento, di Amalfi – dalla provincia del Principato – Citeriore e da più remoti luoghi gente vi corre.

Molti grani dalle Puglie vengono e spesso cavalli, vaccine, majali, pecore dalle nostre province e principalmente da Salerno.

Dalla costa di Sorrento del burro, dei formaggi freschi, vi si portano e delle noci, una immensa quantità di eccellenti aranci e limoni e qualche piccola manifattura, estraendone della verdura in grande abbondanza, essendone privo quel paese, delle paste, della foglia di celso per la industria serica, dei salami e delle manifatture. Continua a leggere

  1. Contenuto tratto da: “Cenno storico descrittivo della città di Castellammare di Stabia, Catello Parisi, anno 1842, pagg. 77 e 78.
La Standa di Castellammare: nel giorno dell'inaugurazione.

Le immagini della memoria

( della città di Castellammare di Stabia )

Nella rubrica “Le immagini della memoria”, esponiamo per il piacere di poterle rivivere (sia pur soltanto mentalmente), alcune vecchie immagini (inquadrature inedite, particolari interessanti e scorci suggestivi) della città di Castellammare di Stabia.

Anno 1987 - Pubblicita' della renault 5 a Castellammare

Anno 1987 – pubblicità della Renault 5 per il mercato tedesco svizzero e francese, L’organizzazione a Castellammare fu affidata a Giustiniano Cuccurullo.

Castellammare di Stabia (anno 1987): pubblicità della Renault 5 per il mercato tedesco svizzero e francese, L’organizzazione (a Castellammare) fu affidata a Giustiniano Cuccurullo.

( foto gentilmente concessa dal sig. Cuccurullo )

* * *

Continua a leggere