AccaddeOggi
Nel 1914 vengono varate le navi Coloniali 'Campania e Basilicata'.
Nel 1933 viene incoronata l'immagine della Madonna del Carmelo.
Palazzo Farnese

Palazzo Farnese

Palazzo Farnese
( a cura del prof. Giuseppe D’Angelo, testo tratto da: “Rivivi la Città” )
Palazzo Farnese

Palazzo Farnese

Nel 1566 don Ottavio Farnese, duca di Parma e Piacenza, dal 1541 signore di Castello a Mare di Stabia decise in seguito alle suppliche dei cittadini, di assicurare alla città un degno luogo per la sede della Corte del Governatore. Così la scelta cadde su un vetusto e antico casamento ad un piano, situato tra il Duomo e la strada Coppola. Dopo numerose ed ingarbugliate vicende, nel 1820 vi fu trasferita la sede dell’Amministrazione comunale, Nell’anno 1871, su progetto dell’Arch. Luigi d’Amora, la casa comunale fu ingrandita ed abbellita. Agli inizi del ‘900 fu costruito il secondo piano e rifatto lo stucco esterno, con il torrino laterale. L’Amministrazione comunale vi restò ininterrottamente sino all’ottobre del 1964, quando fu deciso il passaggio nei locali dell’ex Banca d’Italia (attuale Banca Stabiese) e il Palazzo Farnese fu abbandonato per circa un ventennio. Trascorso tale periodo il Palazzo Farnese dopo degna ristrutturazione è tornato ad ospitare la sede del Comune.

Continua a leggere

Stabiae-book

rubrica a cura di Gaetano Fontana

Stabiae-book

Grafica di Adriano Landolfi

Con la presente rubrica ci pregiamo di rendere fruibile direttamente on-line una ricca collezione di volumi d’epoca curata da Gaetano Fontana, tale raccolta messa spontaneamente a disposizione dal curatore e diversi altri collezionisti (che per scelta personale preferiscono comunque rimanere nell’anonimato), è messa in essere per venire incontro alle esigenze di studenti, ricercatori  e studiosi che dovessero intraprendere delle ricerche a tema. La biblioteca virtuale terrà conto esclusivamente di pubblicazioni d’epoca preziose e introvabili di autori conosciuti e non, che hanno dato lustro alla città di Castellammare di Stabia. E’ possibile scaricare il file pdf di ciascun libro e poterlo stampare liberamente in sintonia con il principio fondamentale del nostro sito che la cultura deve essere accessibile a tutti in particolare quella che riguarda le nostri origini.

Ultimi e-book inseriti

 

Gaetano Gallo

Sacri panegirici e sermoni (1877)

File PDF

Consultazione online

________________________________________________________________________________________________

AAVV

Cultura e Società (2011-12)

Si ringraziano il Prof. Ciro Abagnale ed il sig. Antonio Colonna per aver concesso di pubblicare sul nostro sito questa opera.

Per la vastità degli argomenti trattati in questo volume facilitiamo la ricerca pubblicando il anteprima l’indice. Indice 1

File Pdf

Consultazione online

_________________________________________________________________________________________________

Archivio e-book disponibili:

Continua a leggere

Madonna del Carmelo (foto Maurizio Cuomo)

La Madonna del Carmelo

La Madonna del Carmelo dell’ex monastero della Pace di Castellammare di Stabia

articolo di Maurizio Cuomo

La recente notizia del crollo parziale del sottotetto della chiesa di S. Maria della Pace, evento causato dallo stato di totale abbandono in cui oggi versa la chiesa con annesso Monastero, ahimé chiusi da anni, mi ha riportato alla mente il ricordo di quando ebbi modo di effettuare con mio cugino Giuseppe Zingone, alcune esplorazioni in loco.

Sul finire degli anni ’90, la curiosità e la passione per il fascino antico, ci spinse ad esplorare a più riprese, l’antico monastero della Pace, situato nel cuore del centro antico di Castellammare di Stabia. Lo esplorammo in lungo e in largo: dal campanile, fino ad arrivare agli ambienti sotterranei (alcuni dei quali adibiti alla men peggio a deposito per accatastare vecchie e dismesse attrezzature comunali) con mio cugino Giuseppe, ebbi modo di apprezzare ciò che rimaneva di due affreschi (probabilmente molto antichi). Di essi ricordo con particolare piacere la bellissima Madonna del Carmelo (1700?), con ogni probabilità “nascosta” (non me ne spiego i motivi, forse per preservarla?) e poi riemersa, in seguito al parziale abbattimento di una porzione di parete interna ad una nicchia espositiva (si noti nella foto a seguire lo spesso strato di tufo che la ricopriva).

Madonna del Carmelo (foto Maurizio Cuomo)

Madonna del Carmelo (foto Maurizio Cuomo)

La Madonna con il bambino, attorniata da angeli, seppur al buio sembrava risplendere di luce propria, non nego la difficoltà che ebbi nel fotografarla, foto che per grazia di Dio riuscii a fare con la mia vecchia reflex, armato di santa pazienza e con l’indispensabile ausilio del cavalletto. Continua a leggere

stabiaeventi

stabiaeventi

“Stabiaeventi” è un calendario che si prefigge di mantenere aggiornato il lettore sugli eventi che interessano la città di Castellammare di Stabia e il circondario stabiese.

N.B.: Chiunque abbia delle date/evento da segnalare, è pregato di contattare la nostra Redazione (liberoricercatore@email.it), che sarà ben lieta di aggiungerle al calendario…


Eventi in programma:


Domenica 15 luglio alle ore 12:20 su RAI 1 “Linea Verde Estate” in penisola sorrentina

(comunicato tratto da: slowfoodcostierasorrentina.it/)

Linea Verde al Faito

Linea Verde al Faito

Domenica 15 luglio ore 12:20 RAI 1, il programma di Federico Quaranta e Federica De Denaro esplorerà le bellezze del nostro territorio a partire dal gigante buono, la nostra montagna fino ad arrivare nei vicoli sorrentini con gli artigiani della tarsia sorrentina, passando per i borghi storici meno conosciuti ma ricchi di storia della penisola.
Realizzato con la collaborazione della Condotta Slow Food del territorio e l’ausilio del Parco Monti Lattari, la prima tappa è sul Monte Faito, la montagna dalle importanti risorse e che ambisce ad un rilancio turistico di qualità, ha sorpreso per la sua bellezza gli operatori RAI. Il presidente del CAI Stabia guiderà Federico tra le bellezze della montagna.
Scendendo attraverso le colline di Vico Equense verso Sorrento, i conduttori incontreranno l’agricoltura, la gastronomia e la cultura dei luoghi.

La pizza a metro, i formaggi, gli artigiani del borgo di Maiano a Sant’Agnello che ancora producono con tecniche antiche i famosi mattoni di argilla, e richiesti per i forni della pizza in tutto il mondo, ancora i caratteristici giardini a limoneto, le noci della penisola sorrentina appena diventate Presìdio Slow Food e tanto altro.
Una piccola finestra su un territorio tra i più conosciuti al mondo ma che secondo noi ha bisogno di ripensare il suo turismo affinché questi rimanga una risorsa e non diventi una insidia.


Archivio eventi:

Continua a leggere

foto attentato

Il ’48 a Castellammare

a cura di Antonio Cimmino

Manifesto

Manifesto

18 aprile 1948. Data fatidica con la quale iniziò l’era dell’egemonia democristiana, è legata anche a un simbolo e ad un ricordo, quello del Fronte Popolare Democratico. Di quella stretta alleanza che legò in un blocco elettorale il P.C.I. e il P.S.I. presentatisi con il simbolo della testa di Garibaldi in una stella a cinque punte. Esperienza disastrosa dal punto di vista elettorale che contribuì a creare situazioni di rigetto nei due partiti della sinistra: il PCI accettò il Fronte senza entusiasmo perché non ci credeva fino in fondo e, il PSI solo per motivi legati alla ricerca affannosa di una propria fisionomia.  Il Fronte registrò un calo elettorale del 10% rispetto ai risultati che i due partiti separati e il Partito d’Azione (confluito nel PSI) avevano ottenuto nelle elezioni del 2 giugno 1946. I più penalizzati furono i socialisti che ottennero solo 42 deputati su 183 e videro distrutta la generosa prospettiva di riunificare i due partiti della sinistra voluta da Nenni, Morandi e dal gragnanese Lizzadri. Continua a leggere