Archivi categoria: Poetica Stabiese

Castellammare di Stabia (Lunardi - XIX secolo)

Fabio Strinati

“Sono molto felice di poter condividere con voi di Libero Ricercatore un mio breve componimento poetico inedito dedicato a Castellammare di Stabia, un comune a me molto caro ed importante, sia sotto l’aspetto artistico che affettivo”.

Castellammare di Stabia (Lunardi - XIX secolo)

Castellammare di Stabia (Lunardi – XIX secolo)

CASTELLAMMARE DI STABIA

Vedo il Vesuvio antico, miraggio

da un angolo di spiaggia

la calda aria che nelle campagne

si perde e il Sarno appoggiato

oltre quell’odor “Catello”

dietro l’orizzonte intriso, lo spirito

che pare l’acquerello Continua a leggere

'E tterme ’e Castiellammare

Poetica stabiese: ‘E tterme ’e Castiellammare

‘E tterme ’e Castiellammare
di Giuseppe Caputo

'E tterme ’e Castiellammare (cartolina d'epoca)

‘E tterme ’e Castiellammare (cartolina d’epoca)

Si venite a cchesti tterme,
che delizia ca ce sta!
Stanno tanti ffuntanelle
e ogni cura se pò ffà.
Ce sta l’acqua d’’a Madonna,
ca fa subit’urina;
chi se veve ’a Stabia e ’a Media,
corre ampressa a gghì a ”sfratta’.
Certo, ognuno resta lieggio
e ringrazia ’sta città. Continua a leggere

Acqua della Madonna

Catello Izzo

Egr. sig. Maurizio,
ho letto parecchie delle poesie in rubrica e mi sono reso conto di due cose: la prima è che i miei compaesani sono dotati di una pura e genuina vena poetica di fronte alla quale c’è da togliersi tanto di cappello; la seconda è che mi sono avveduto che tutte riportano chiari riferimenti alla città. Il modestissimo materiale che Le ho inviato, invece, seppure scaturito immaginando e ricordando i luoghi della mia città, non ne fa esplicito riferimento. Penso che esso possa essere considerato “fuori tema” e quindi non gliene vorrò se non le comprendesse nella rubrica stessa. Intanto La saluto cordialmente complimentandomi per il suo giornale tenuto sapientemente.

Catello Izzo.


Acqua della Madonna

Acqua della Madonna

All’Acqua d’‘a Madonna

Quant’è luong’ ‘o tiempo ch’è passato
luntano ‘a chest’i barche e a chistu’ mare!
‘Stu’ mare ca se beve tutt’ l’acqua
ca ‘a tant’anne ‘nce manna ‘sta Madonna.
‘Nu guaglione tene mmano ‘na giarra
e ‘nziste c‘a vo’ regne’ primma e me
isso va ‘e presso e ‘o tiempo mio nun conta.
‘O lascio c’a se ‘nfizza e io cu’ pazienza
me metto a’ spettà ‘a roppo c’’a butteglia
fresca è chest’acqua e nun fernesce maie;
m’invita ‘a fa’ ‘nu surzo ‘a copp’o musso.
Po’ regno ancora e faccio ‘a scalinata
pe’ turnà ‘a casa cu’ ‘stà rarità. Continua a leggere

Bonuccio Gatti

Bonuccio Gatti (poetica stabiese)

Preg.mo Maurizio Cuomo alias Libero Ricercatore di Stabia. Innanzitutto voglio ringraziarla per l’opera che svolge con il suo sito ed ancora per la benevolenza con cui ha accolto le mie poesie…

Bonuccio Gatti

Bonuccio Gatti

‘O Libbero Ricercatore ‘e Stabbia

Stu Sito l’aggio scuperto pe cumbinazione,

me n’ha parlato ‘n’amico ca sta ‘a parte ‘e fore,

ma vide ‘nu poco: è sempe ‘a solita canzone,

te ne vaje luntano, però ccà rummane ‘o core.

Ma quanti ccose ce stanno dint’a stu Sito,

dalle notizie storiche, alle foto, alle curiosità,

comodamente, muovendo sultanto ‘nu dito,

scopri tante cose interessanti della tua città!

È un’enciclopedia in rete di Castellammare,

per ogni tua domanda ‘a risposta sicuro sta ccà,

‘n’atu Sito accussì difficilmente lo potrai trovare;

stu Libbero Ricercatore overamente ce sape fà’!

 Bonuccio Gatti


Visualizza la raccolta completa di poesie sul sito dell’autore: www.bogat.it

Continua a leggere

Ricorde d”o paese mio

Ricorde d’ o Paese mio

di Guglielmo Tommasino e Francesco Palmieri
da “Suonn’ ’e stu coreˮ

Cassarmonica – Cartolina d’epoca di Enzo Cesarano

I
Mare bello c’ abbraccia ʻo Paese
lungo ʻa curva cu ʻo vverde d’ ʻe monte,
Quisisana, ʻo Castiello, Puzzano,
“Siteˮ ʻe suonne ca fanno ʻncantà…
N’ aria pura, balsamica e ddoce
da millenne “miracoloˮ fa…

Rovigliano, ʻo Vesuvio,
ʻo Museo, Varano,
ʻa villa chiena d’ albere,
cu ʻa meglia Cassarmonica.
Tutt’ ʻe Cchiese, ʻe Cunvente…
Faito! ch’ è ʻncantesimo
cu ʻo Tempio ʻe San Michele,
nun se ponno scurdà!…

II

Scoglio di Rovigliano – una rara stampa di Gaetano Fontana

E quant’ acqua ca sorge e va a mmare …
tutte ʻnzieme è nu sciummo ʻe salute!
D’ ʻo Sularo, vicino Scanzano,
stanno è Terme ca fanno sanà…
ʻNce ristora stu clima d’ ammore
e che voglia ʻe vulé ricurdà…

Rovigliano, ʻo Vesuvio,
ʻo Museo, Varano,
ʻa villa chiena d’ albere,
cu ʻa meglia Cassarmonica.
Tutt’ ʻe Cchiese, ʻe Cunvente…
Faito! ch’ è ʻncantesimo
cu ʻo Tempio ʻe San Michele,
nun se ponno scurdà!…