Archivi categoria: Cultura

Castellammare di Stabia (pitture nostrane)

La pagina raccoglie le pitture che ritraggono Castellammare di Stabia. Opere senza tempo di vari autori che hanno celebrato una bellezza paesaggistica unica al mondo.

a cura di:
Maurizio Cuomo & Giuseppe Zingone 


Tramonto a Castellammare, Anton Sminck van Pitloo

Autore: Anton Sminck van Pitloo

Titolo: Tramonto a Castellammare

Anno: 1828

Tratto dalla mostra: La Scuola di Posillipo. Collezione privata


Castellammare, Oscar Ricciardi

Autore: Oscar Ricciardi (Napoli, 24 febbraio 1864 – Napoli, 1935)

Titolo: Castellammare

Tecnica: Olio su tavola

Dimensioni: 35,5 cm x 23 cm

Continua a leggere

biblioteca stabiana del liberoricercatore

La biblioteca del “Libero Ricercatore”

biblioteca stabiana del liberoricercatore

biblioteca stabiana del liberoricercatore

In questa pagina si è pensato di tenere a raccolta e di rendere pubblico l’elenco di tutti i libri di cui “liberoricercatore” dispone e che utilizza per le proprie ricerche territoriali. Chiaramente qualora lo vogliate, questo piccolo archivio accoglierà, anche i libri non ancora presenti in elenco, che giacciono inutilizzati o a doppione sulle mensole della vostra libreria di casa (sono ben gradite anche le tesi ed eventuali lavori cartacei di cui siete autori, ed in tutti i casi la donazione recherà sempre il nominativo del donatore).
Va da sé, che verranno presi in considerazione solo i libri e gli scritti trattanti argomentazioni d’ispirazione “stabiana”. L’invito al contributo è rivolto a tutti indistintamente ed ha lo scopo di migliorare qualitativamente l’archivio di questo fondo librario che con ogni probabilità (in un prossimo futuro) sarà messo a disposizione di “affezionati visitatori”, studenti e studiosi che ne faranno eventuale richiesta.
Nella certezza che l’iniziativa possa risultare anche a voi utile e gradita, si ringrazia con anticipo per le eventuali donazioni.

Cordialmente. Lo staff di liberoricercatore.it

 – 449 tra volumi, libri ed opuscoli archiviati a scaffale (censimento: 11 dicembre 2019) –


 Ultimo volume inserito:

Un comune dell'Italia Meridionale nel sec. XVI

Un comune dell’Italia Meridionale nel sec. XVI

Titolo: Un comune dell’Italia Meridionale nel sec. XVI – L’universitas di Castellammare di Stabia e il Catastus civitas del 1554
di: Catello Vanacore
Anno: dicembre 2014
Note: Per gentile donazione del sig. Rosario Frascolla


Biblioteca completa:

Continua a leggere

Biscotto Cattelmmar (by Fontana & Cesarano)

Copertina di satira stabiese

Nella piena consapevolezza che la Castellammare di Stabia odierna, purtroppo, non è più quella dei bei tempi che furono (già ampiamente descritti ed illustrati nel nostro portale), a mo’ di “termometro degli umori”, la presente rubrica, di tanto in tanto, raccoglierà dal web1: vignette, immagini e/o fotomontaggi a nostro avviso più emblematici e interessanti che in qualche modo illustrano lo stato attuale della nostra bistrattata e tanto martoriata Città.

Archivio immagini:

Biscotto Cattelmmar (9 dicembre 2019)

Prezzo base €120mila aperta l’asta via con le offerte!!!

Biscotto Cattelmmar (by Fontana & Cesarano)

Biscotto Cattelmmar (by Fontana & Cesarano)

Sponsor tecnico: “Casa del Pane Maresca” di via Roma. Continua a leggere

  1. le immagini vengono liberamente tratte, e recheranno l’eventuale paternità, laddove risulterà reperibile.

Massimiliano Greco (poetica stabiese)

Caro Maurizio, ogni anno sui social assistiamo ad inutili e spiacevoli discussioni su Fratièlle e Surelle, spesso accompagnate da offese anche pesanti. C’è chi non cambierebbe una virgola, chi è infastidito dai botti potenti che vengono fatti esplodere. In pratica, fiumi di parole senza arrivare ad una soluzione logica e condivisa. Quest’anno, poi, la gli animi si sono accesi ancora di più  a causa di una provocazione lanciata dal Pippo Pelo show, addirittura con  l’hashtag: #nofratielleesurelle! Come mi insegni, la storia di questa antica tradizione è incerta e, in ogni caso, non credo proprio che ai tempi si usassero i fuochi d’artificio per richiamare i fedeli. Da tradizionalista quale sono, la voce votiva non si discute ma, sarebbe auspicabile un po’ di comprensione, un piccolo passo indietro da parte di tutti per la soddisfazione reciproca.


Il presepe dell'Immacolata (opera del m° Franco Liguori)

Il presepe di “Fratièlle e surelle” – Opera del m° Franco Liguori (Proprietà Enzo Cesarano)

Fratièlle e Surelle

Tenìmme na tradizione assaje bella,
ca se chiamma “Fratielle ‘e surelle”!
Uòmmene e femmene cu tanta devozione
rinnovano a tant’anne ‘a tradizione

e pe’ dudece juorne ‘int’’a nuttata,
vanno ‘mprucessione p’‘a Nuvena ‘a ‘Mmaculata.
Ma ‘a storia e chesta fede mo’ è cagnata
e ogni anno è sempre ‘a stessa ‘ntussecata.

Chi se lamenta p’’o troppo rummore
chi mmece s’arrecrea e nun vede l’ora
e sèntere ‘a voce ogni matìna,
d’’a Spiaggia, da ‘e Cantiere o ‘a Caperrina. Continua a leggere

I pini, Enrico Gaeta

Errico Gaeta

Errico Gaeta

di Giuseppe Zingone

Errico Gaeta, cimitero vecchio di Castellammare, foto Maurizio Cuomo

Errico Gaeta, cimitero vecchio di Castellammare, foto Maurizio Cuomo

Castellammare di Stabia 11 Settembre 1840 – Castellammare di Stabia 5 Luglio 18871

Continua a leggere

  1. Errico Gaeta fu vittima di un vile agguato in località di Pozzano il giorno 4 Luglio, mentre era intento a dipingere, la sua amata Castellammare, per approfondimenti si rimanda al pdf di Rosario Caputo, Errico Gaeta, Edizioni Vincent, 2014. In questo preciso momento della sua vita, Gaeta si trova all’apice della sua carriera, oramai è noto in Italia ed in ambito internazionale.