Archivi categoria: Cultura

Castellammare di Stabia (pitture nostrane)

La pagina raccoglie le pitture che ritraggono Castellammare di Stabia. Opere senza tempo di vari autori che hanno celebrato una bellezza paesaggistica unica al mondo.

a cura di:
Maurizio Cuomo & Giuseppe Zingone

Ultima opera inserita:

Rocca Rovigliano, Chambers Hall

Autore: Chambers Hall (propietario e non autore)

Titolo: Rocca Rovigliana Castellammare,

Tecnica: acquerello con penne inchiostro e grafite

Dimensioni: 16,5 x 33 cm

Anno: prima metá dell’Ottocento

Luogo: Ashmolean Museum Oxford


GALLERIA COMPLETA Continua a leggere

biblioteca stabiana del liberoricercatore

La biblioteca del “Libero Ricercatore”

biblioteca stabiana del liberoricercatore

biblioteca stabiana del liberoricercatore

In questa pagina si è pensato di tenere a raccolta e di rendere pubblico l’elenco di tutti i libri di cui “liberoricercatore” dispone e che utilizza per le proprie ricerche territoriali. Chiaramente qualora lo vogliate, questo piccolo archivio accoglierà, anche i libri non ancora presenti in elenco, che giacciono inutilizzati o a doppione sulle mensole della vostra libreria di casa (sono ben gradite anche le tesi ed eventuali lavori cartacei di cui siete autori, ed in tutti i casi la donazione recherà sempre il nominativo del donatore).
Va da sé, che verranno presi in considerazione solo i libri e gli scritti trattanti argomentazioni d’ispirazione “stabiana”. L’invito al contributo è rivolto a tutti indistintamente ed ha lo scopo di migliorare qualitativamente l’archivio di questo fondo librario che con ogni probabilità (in un prossimo futuro) sarà messo a disposizione di “affezionati visitatori”, studenti e studiosi che ne faranno eventuale richiesta.
Nella certezza che l’iniziativa possa risultare anche a voi utile e gradita, si ringrazia con anticipo per le eventuali donazioni.

Cordialmente. Lo staff di liberoricercatore.it

 – 463 tra volumi, libri ed opuscoli archiviati a scaffale (censimento: 27 maggio 2022) –


 Ultimo volume inserito:

Le sorgenti idrotermali

Le sorgenti idrotermali ed il bacino idrogeologico di Castellammare

Titolo: Le sorgenti idrotermali ed il bacino idrogeologico di Castellammare
Autore: a cura di Umberto Caccioppoli
Anno: 2022
Editore: Eidos Publishing and Design srl


Biblioteca completa:

Continua a leggere

Stemma Civico (foto Maurizio Cuomo)

Stabia Quiz: lo Stemma Civico

La Redazione propone questa rubrica, per mettere alla prova le conoscenze del cittadino e per risvegliare la sua curiosità, affinché, riscopra elementi dimenticati o mai notati sul territorio stabiese.


Dov’è posto questo stemma civico?

Stemma Civico (foto Maurizio Cuomo)

Stemma Civico (foto Maurizio Cuomo)

Soluzione: Continua a leggere

Panorama notturno

Giacomo de Dilectis

Stabiese di adozione, ma molto più stabiese di tanti che all’anagrafe risultano nati qui a Castellammare, Mino era un uomo d’animo gentile e sensibile. Di lui avremo sempre un bel ricordo.

Ritenendo di fare cosa gradita riportiamo alla ribalta un componimento scritto
da Giacomo de Dilectis, ancora attuale e carico di significato.

La poesia “Dorme Castellammare”, è estratta dalla raccolta d’autore “Faciteme cantà”, libro edito nel 1984 a Castellammare di Stabia da R.T.S. (Radio Tirreno Sud).

Panorama notturno

Panorama notturno (foto Maurizio Cuomo)

Dorme Castellammare

Dorme Castellammare e dint”o suonno

s’arricorda d”o tiempe d”e Burbone,

quann’era ‘na Città ca tutt”o munno

a guardava cu mmiria e suggezione.

Mo lle rummaso poco o quase niente,

e pe chell’atu poco ca nce sta’

‘e cose se so’ mise malamente:

a poco a poco so vonno piglià. Continua a leggere

paesaggio villa san marco

Cenni Storici

Castellammare di Stabia: cenni storici

( a cura del prof. Giuseppe D’Angelo, testo tratto da: “Rivivi la Città” )
paesaggio villa san marco

paesaggio villa san marco

Di antichissima origine (sannitica, etrusca,greca, romana) Castellammare è oggi una città moderna e attiva. Grazie al mite clima, alla riparata posizione del porto e, innanzitutto, all’abbondanza e alla qualità delle sue acque sorgive, fu sempre intensamente abitata e frequentata da patrizi e potenti, che vi costruirono residenze fastose.

Stabiae fu conquistata da Roma nel 340 a.C. Il poeta latino Silio Italico ricorda la partecipazione di giovani stabiesi alla II guerra punica su una nave della flotta di Marcello. Distrutta da Lucio Cornelio Silla nell’89 a.C., alla fine della guerra sociale,

Stabiae risorse non più come città fortificata, racchiusa e difesa da mura, ma in un aggregato di ville. Nel 62 d.C. fu devastata dal terremoto; poi, nel 79 d.C. si ebbe la seconda distruzione ad opera del Vesuvio. Continua a leggere