Archivi tag: Maurizio Cuomo

Lettere alla Redazione (anno 2022)

Lettere alla Redazione

Lettere alla Redazione


Sabato, 1 gennaio (Francesco Cosenza)

A volte penso, riferendomi alla gioventù di oggi e anche a quelli non più’ giovani, che cosa si sono persi delle bellezze della Castellammare di una volta, la storia i personaggi che l’hanno resa famosa in ogni forma di arte. Ma poi rifletto e dico che queste persone non avendo visto, conosciuto e vissuto il passato non possono aver rimpianti e quindi questa di oggi è la loro città. Solo i vecchi stabiesi come me, che si ricordano quando all’Acqua della Madonna arrivavano barche a vela cariche di fichi d’india “ananas” e bastimenti, sempre a vela per caricare pietre dalle cave di Pozzano e oltre, possono avere dei rimpianti e capire quanto hanno distrutto i politici di allora. Comunque lo scempio continua, potrei fare un lungo elenco ci ciò che non c’è più ma fortunatamente, pe noi, ci siete voi con le foto ricordo che fate rivivere il passato. Un grande GRAZIE a voi.

LR risponde (Giuseppe Zingone): Signor Cosenza, condividiamo appieno la sua riflessione. Proprio ieri leggevo il commento di un fotografo il quale diceva che le sue foto serviranno ai posteri per capire come era il mondo prima che loro venissero al mondo. Il tentativo di Liberoricercatore è proprio quello di preservare dall’oblio la bellezza della nostra città. Siamo consapevoli dell’arduo compito, a volte sembra di nuotare controcorrente, ma rimanere inermi e lasciarsi andare farebbe di noi dei colpevoli. Spero lei ci voglia scrivere altri pensieri e se volesse lasciare la sua memoria ai suoi familiari e alla città, potremmo anche intervistarla. Grazie a lei per il suo prezioso commento.


Farmacie di turno

Farmacie di turno a Castellammare di Stabia 

nel mese di gennaio 2022

Farmacie di turno

Farmacie di turno a Castellammare di Stabia


SERVIZIO NOTTURNO
(dalle ore 20.00 alle 09.00)

fino al 02/01/22: San Ciro (via Brin, 12) – tel.: 081/8711465

dal 03 al 09/01/22: Cosentini (c.so V. Emanuele, 148)tel.: 081/8715149

dal 10 al 23/01/22: San Ciro (via Brin, 12) – tel.: 081/8711465

dal 24 al 30/01/22: Cosentini (c.so V. Emanuele, 148)tel.: 081/8715149

dal 31/01 al 13/02/22: Cuomo (via Napoli, 158)tel.: 081/8715149


ORARIO DIURNO
Tutte le farmacie stabiesi sono aperte dal lunedì al venerdì ai seguenti orari:
dalle 9.00 alle 13.00 – dalle 16.00 alle 20.00

Turno festivo:
1: Filoni (via Napoli, 328) – Plinio (via Plinio, 62)

Turno della domenica:
2: Talarico (via Sarnelli, 11)San Carlo (via Cosenza, 194)

Aperta nell’intervallo pomeridiano:
3: Cosentini (c.so V. Emanuele, 148)
4: Cosentini (c.so V. Emanuele, 148)
5: Guacci (via Nocera, 78)

Turno festivo:
6: Bosso (via Annunziatella, 61) – Guacci (via Nocera, 78) Continua a leggere

Pesci, molluschi e crostacei

Pesci, molluschi e crostacei

a cura di Maurizio Cuomo

…e quant’altro si sia mai pescato lungo la costa stabiese, ossia: una selezione dei prodotti ittici locali reperibili sul cosiddetto “puosto” del pescivendolo, di cui conosciamo il sapore e quasi esclusivamente la dicitura in dialetto, ad essi finalmente daremo il giusto e corretto nome in italiano.

Pesci, molluschi e crostacei

Pesci, molluschi e crostacei


Galleria fotografica (dialettale/italiano)

Continua a leggere

Chiesa di Santo Stefano alle Fratte (foto Maurizio Cuomo)

Santo Stefano alle Fratte

articolo di Maurizio Cuomo

Di antichissima costruzione, la chiesa di Santo Stefano1 alle Fratte, è senza alcun dubbio una delle chiese meno conosciute della città di Castellammare di Stabia. Situata nella zona collinare (imboccando strada Fratte, la troviamo sulla mano sinistra a circa 200 metri dal celebre Castello), è oggi, sotto giurisdizione della chiesa parrocchiale di San Matteo apostolo.

La chiesa di Santo Stefano (foto Corrado Di Martino)

La chiesa di Santo Stefano (foto Corrado Di Martino)

Seppur antichissima, stranamente poco si è scritto su questa chiesa; il barone Giovanni Celoro Parascandolo, riproponendo un passo tratto dall’Historia Neapolitana (vol. 2° – pag. 116) di Giulio Cesare Capaccio, così ebbe a descriverla nel suo volume “Castellammare di Stabia” edito nel 1965: “E’ situata nel luogo detto “Le Fratte” presso il castello. Fu fondata nell’anno 1144 da Stefano Certa figlio del domino Marino Certa”. Continua a leggere

  1. Protomartire, ovvero primo martire cristiano, e proprio per questo viene celebrato subito dopo la nascita di Gesù. Fu arrestato nel periodo dopo la Pentecoste, e morì lapidato. In lui si realizza in modo esemplare la figura del martire come imitatore di Cristo; egli contempla la gloria del Risorto, ne proclama la divinità, gli affida il suo spirito, perdona ai suoi uccisori. Saulo testimone della sua lapidazione ne raccoglierà l’eredità spirituale diventando Apostolo delle genti. (Mess. Rom.)
Mons. Francesco Di Capua (archivio liberoricercatore.it)

Francesco Di Capua

brevissima biografia a cura di Maurizio Cuomo

FRANCESCO DI CAPUA, sacerdote, educatore, umanista, storico e docente universitario (1879-1957). Nacque a Castellammare il 21 dicembre 1879, dove a soli 13 anni, nel 1892, vestì l’abito talare, compiendo gli studi classici nel locale Seminario diocesano. Il 20 dicembre 1902 fu ordinato sacerdote. Iscritto all’Università degli Studi di Napoli si laureò in Lettere, con lode, nel 1919. Nello stesso anno, l’8 dicembre, fu chiamato a diri­gere da preside incaricato il Liceo stabiese allora pareggiato.

Mons. Francesco Di Capua (archivio liberoricercatore.it)

Mons. Francesco Di Capua (archivio liberoricercatore.it)

L’anno successivo fu nominato professore di lettere latine e greche, conservando l’incarico di preside. Dopo un ininterrotto insegnamento al Liceo Plinio Seniore, nel 1940 ottiene la libera docenza di Storia della letteratura latina medioevale nell’Università di Napoli e nel 1948, in seguito a concorso, Ordinario di Letteratura cristiana antica nell’Università di Bari dove insegnò an­che Storia del Cristianesimo e Letteratura latina medioevale.

Le sue pubblicazioni sono oggi considerate indispensabili per chiunque voglia interessarsi di studi sul cursus medioevale. Fu apprezzato autore di oltre un centinaio di pubblicazioni che spaziano nel campo della Letteratura latina medievale, storia del cristianesimo, letteratura cristiana antica, filologia, archeologia, storia medievale, idrologia, agiografia. Continua a leggere