Archivi tag: Monte Faito

Castagne del Monte Faito

Castagni e castagne, nella tradizione stabiese

“Storia, tradizione e cultura dell’albero e del frutto principi dell’autunno”

Castanea sativa

Castagne del Monte Faito

Cosa sarebbe, in autunno, il pranzo domenicale se non terminasse con una calda e profumata teglia di castagne? E come sarebbero le nostre strade se all’angolo non ci fosse il venditore di caldarroste? Quanta magia c’è in quel cartoccio fumante che contiene quei pochi, saporitissimi frutti, che ci riscaldano le mani e ci deliziano il palato. Il castagno (Castanea sativa Miller) è una pianta che da millenni accompagna l’uomo fornendogli nutrienti frutti e ottima legna, ricevendo in cambio amorevoli cure.

E’ proprio grazie all’uomo che il castagno oggi è ampiamente diffuso in tutta l’Italia. Continua a leggere

Spartito musicale - Faito (Su gentile donazione di Massimiliano Greco - Archivio liberoricercatore.it)

La seconda giovinezza del Faito

articolo di Nino di Somma

Approfittando della seconda giovinezza del Faito, dovuta alla riattivazione della funivia, intendo dare un modestissimo contributo storico. Al Monte Faito sono state dedicate due canzoni, scritte nel 1952. La prima è “’O panariello”, la seconda “’A varca pe’ vulà”.

Spartito musicale - Faito (Su gentile donazione di Massimiliano Greco - Archivio liberoricercatore.it)

Spartito musicale – Faito (gentile donazione di Massimiliano Greco – Archivio liberoricercatore.it)

‘O Panariello” fu una hit locale, tanto che ancora oggi le persone anziane adottano il sinonimo di “panariello” per indicare la funivia. La similitudine dell’autore fu felice, perché la nostra funivia somiglia tanto ad un panierino, di quelli che usavano gli scolaretti per portare la merenda.

La canzone, composta in versi e musica da Guglielmo Nestore Mossuto, un funzionario comunale con la passione per il pentagramma, fu scritta proprio per celebrare l’inaugurazione della funivia, nel 1952. Insomma, se “funiculi funiculà” di Luigi Denza, nel 1879, fu la colonna sonora della prima funicolare del Vesuvio, anche la funivia del Faito ebbe il suo cantore. Continua a leggere

il Musicarello a Faito

Il Musicarello a Faito

14 agosto 2018 – Corrado Di Martino

Panorama da Faito – Foto Corrado Di Martino

Gli stabiesi, e non solo, hanno riscoperto il loro amore per Monte Faito. In questo torrido mese di Agosto, vogliamo fornirvi qualche curiosità di costume, sulla montagna più alta dei Monti Lattari (oltre 1440 m.)

Video proposto

Il Faito, è stato oltre che apprezzato luogo ameno di villeggiatura, anche sede di importanti manifestazioni sportive e culturali, e non ultimo, è stato location per i importanti film, dal punto di vista storico cinematografico, degli anni ’50 e ’60; i cosiddetti musicarelli. In un breve video ve ne diamo nota, ovviamente, consapevoli di non aver detto tutto, o di aver trattato in totale completezza gli argomenti scelti; ma convinti di aver soddisfatto qualche piccola curiosità, vi invitiamo  a guardare il breve video dal titolo: Il Musicarello a Faito..

Leggere anche: https://www.liberoricercatore.it/faito-e-lazzarella/

Aiutiamo il Faito!

Appello ai lettori di liberoricercatore.it
( firma e fai firmare la petizione… il Faito chiede il nostro aiuto!!! )

Carissimi, nella speranza che possa essere preso in carico anche da tutti voi, quest’oggi giriamo l’accorato appello della dott.ssa Laura Del Pezzo (Assessore della città di Vico Equense alle Finanze, Tributi locali, Fondi Europei e Monte Faito)…

…per cortesia Firmate, condividete sui Social e fate firmare! Il nostro Faito ci chiede aiuto!!!


“Per tutto il mese di agosto, senza un solo giorno di tregua, Monte Faito è stato bruciato per mano di criminali che hanno mandato in fumo e distrutto ettari ed ettari di boschi secolari e lasciato al loro posto uno spettacolo desolante, grigio di sola cenere…

Faito: paesaggio spettrale (foto Enzo Cesarano)

Faito: paesaggio spettrale (foto Enzo Cesarano)

La nostra montagna sul mare, uno sguardo infinito sulla Penisola Sorrentina, la Costiera Amalfitana, il Vesuvio e le isole del Golfo di Napoli trasformata in un inferno, ettari di boschi distrutti, animali senza vita, case ed alberghi evacuati, giorni e notti a combattere contro le fiamme… incalcolabili i danni alla natura, alle persone ed alle attività turistiche e ricettive della montagna!”


La missiva della dott.ssa Laura Del Pezzo

Buongiorno Maurizio,
          chiedo a te e a tutti gli amici di liberoricercatore.it di diffondere questa petizione online perché è una questione della massima importanza per il Monte Faito e per tutti noi!
È la petizione che io stessa ho lanciato su Avaaz.org per raccogliere quante più firme possibili e chiedere alla Regione ed al Governo di dichiarare lo stato di emergenza e calamità naturale e provvedere a: bonifica del suolo, rimozione massi, eliminazione imminente rischio idrogeologico…
…insomma ridare VITA e SLANCIO al FAITO!


Firma e fai firmare la petizione

 >> Aiutiamo Monte Faito! <<


GRAZIE 😊 … a nome mio e di tutto il Faito! Laura del Pezzo.