Anna Maria Forte

La sig.ra Anna Maria, che si diletta di poesia, negli anni ha raccolto un po’ delle emozioni e dei ricordi a lei trasmessi dal marito Giovanni Iorio, rendendoli in versi scritti, per il piacere di condividerli con i lettori di liberoricercatore.it.

Castellammare è un sogno

rivissuto ogni volta,

ricco di suoni e luci

nel DNA assorbiti dal

tuo profumato rimpianto

dei giorni dell’adolescenza.

Il lungomare vissuto

a piedi scalzi… beati bagni!

E l’Acqua d’‘a Maronna,

‘a ‘Mbricciatella e piazza Ferrovia

e le surriate…, tante,

riviste nel ricordo.

A scesa dal Castello fino a riva…

tutte ‘e nnammuratelle

che t’affollano ‘a mente!

malinconia struggente,

ma pure gioia viva

vedere ogni qualvolta

colorata e ridente sta città

c’‘o mare all’intrasatte

che trase dint’‘e ccase.

E manca sempe ‘o sciato

di fronte al golfo splendido

che s’apre a vista

scendendo dolcemente

verso Vico.

T’incanta chesta costa

comme tant’anni fa

e oggi comme a jeri

nuje putimme sugnà.

About 

Collaboratore di Redazione

Appassionato di immagini d'epoca di Castellammare è curatore di diverse rubriche, tra cui: "Le stampe antiche" e "Le navi varate a Castellammare".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.