Archivi tag: Cuomo Raffaele

Raffaele Cuomo (poetica stabiese)

Sono Raffaele Cuomo, sono nato e vivo a Castellammare, da diversi anni mi diletto a scrivere poesie, e fra tante poesie che ho scritto c’è ne sono alcune su Castellammare, scritte con passione e amore per questa bella Città,  grande regalo che ci ha fatto la natura. Visto che voi avete una bella rubrica dedicata alla poesia su Castellammare, mi sono permesso di allegare a questa e-mail qualche poesia, sperando che siano gradite e inserite nella vostra rubrica. Saluto tutti voi della redazione “liberoricercatore”.


Prigioniera

Prigioniera (foto Enzo Cesarano)

‘O grido ‘e sta città

Io allucc’ e grid’ forte

 ca song’ancora viva

è nu’ so’ morta.

M’avit’ abbandunat’ dint’‘e man’

‘e farabbut’ e scellerat’,

gente senza dignità

ca sul’ mal’ sap’ fà.

Io ero ‘na reggina

era ‘na rosa senza spine,

mò ca, sé cagnate stu destino,

nu’ so’ cchiù rosa ma sul’ spine.

Chi ha a cagnate chesta sciorta

song’ state sti man’ sporche,

spuorc’ hann’ fatt’ chistu mare

senza penzà e figlie ‘e dimane,

 m’hann’ accise sta spiaggia

senza scrupul’ e cu che curaggio!

M’hann’ chiuso acque e terme

ca ero il mio fiore all’occhiello,

quann’ turisti e furastiere

mo’ so’ sul’ ‘nu ricordo d’ aiere.

Ha tutt’ sti figlie

ca me vonne bene e basta

dico  scetamece

abbattimme chesta casta,

fermmam’ chesti man’

‘e sti  farabbutt’ e scellerat’

ca se stann’ arubban’ l’oggi:

e se vonn’ arrubbà

 pure ‘o dimane. Continua a leggere