Il Generale Rosario Castellano

( a cura di Antonio Cimmino )

Gen. Rosario Castellano

Gen. Rosario Castellano

Il Generale di Divisione Rosario CASTELLANO è nato a Castellammare di Stabia (NA) il 17 novembre del 1959. Dal 1978 al 1982 ha frequentato il 160° Corso presso l’Accademia Militare di Modena e la Scuola la d’Applicazione d’Arma di Torino. Nel 1983, è stato assegnato al 5° Battaglione paracadutisti “El Alamein” dove ha comandato sia il plotone che la compagnia paracadutisti e, successivamente, ha ricoperto l’incarico di Capo Ufficio Addestramento, Operazioni e Informazioni. Dal 1993 al 1996 ha frequentato il Corso di Stato Maggiore, il Corso Superiore di Stato Maggiore presso l’Esercito Spagnolo in Madrid, il Corso Superiore di SM in Italia ed infine il Corso ISSMI.
Con il grado di Tenente Colonnello ha comandato, negli anni 1998 e 1999, il 5° Battaglione paracadutisti “EL ALAMEIN” per poi essere trasferito presso gli organi centrali. Rientrato nella “FOLGORE” col grado di Colonnello, è stato Comandante del 186° Reggimento paracadutisti dal 2002 al 2004. Lasciato il comando del reggimento è stato nuovamente impiegato presso gli Organi Centrali quale Capo Divisione Piani del Comando Operativo Interforze.
Dal 10 luglio 2017, Generale di Corpo d’Armata, ha ricoperto l’incarico di Generale di Divisione, per ben tre nni (dal luglio 2014) come Capo Reparto Operativo – Assistent Chief Staff for Operation del C.O.I.1 Con il grado di Generale di Brigata, dal 25 settembre 2008 fino ad ottobre del 2009, è stato Comandante della Brigata Paracadutisti “Folgore” (per sei mesi, impegnato al comando della Folgore in Afganistan). Ha frequentato tutti i corsi più significativi inerenti alla Specialità paracadutisti. Dopo essersi laureato in Scienze Strategiche presso l’Università di Torino, ha conseguito la Laurea in Scienze Politiche ed il Master di secondo livello in Scienze Strategiche.
E’ Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana ed è decorato di due Croci di Argento al Merito dell’Esercito, una Croce di Bronzo al Merito dell’Esercito, la Medaglia “Meritorius NATO”, la Medaglia d’Oro al Merito per lunga attività di paracadutismo, la Croce d’Oro per anzianità di servizio, la Medaglia di Bronzo per lungo Comando, 5 Medaglie NATO, la Medaglia Commemorativa francese per la ex Jugoslavia e 5 Croci Commemorative nazionali per le Operazioni in: Libano, Iraq, Kossovo, Bosnia Herzegovina e Afganistan.
E’ coniugato con la signora Maddalena ed è padre di Veronica.

Il Generale Rosario Castellano dal Presidente Napolitano.

Il Generale Rosario Castellano dal Presidente Napolitano.

Il Generale Rosario Castellano dal Presidente Napolitano.

Il Generale Rosario Castellano dal Presidente Napolitano.

Il 20 giugno 2011 è subentrato al vertice della Divisione ACQUI (erede di quella sterminata a Cefalonia dopo l’8 settembre del 1943). La gloriosa Divisione Acqui, Medaglia d’Oro al Valor Militare è dislocata a San Giorgio a Cremano ed è a pieno titolo inserita nel comando NATO e nell’European Military Staff). La predetta Divisione rappresenta l’ossatura, sia della “Joint Task Force Headquarters” (IT JTF HQ), o nel caso di impiego europeo, della European Force Headquarters (EU-FHQ IT). Lo stabiese Generale Rosario Castellano, proviene dall’Italian Force Headquarters (IT-FHQ) di Roma, comando proiettabile del Comando di Vertice Interforze (COI), dove ha ricoperto l’incarico di Comandante. Promosso Generale di Divisione, Rosario Castellano è stato, fino all’estate del 2014, Capo di Stato Maggiore del Comando NATO di Corpo d’Armata di Reazione Rapida (NRDC-ITA) di Solbiate Olona (VA) sotto il comando del Generale di Corpo d’Armata Giorgio Battisti. A Roma ha ricoperto l’incarico di Capo Reparto Operazioni-Assistent Chief Staff for Operations del C.O.I.

Il Generale Rosario Castellano (il saluto).

Il Generale Rosario Castellano (il saluto).

“Il Consiglio dei Ministri si è riunito, lunedì 10 luglio 2017 alle ore 18,48 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Paolo Gentiloni (…) e su proposta della Ministra della Difesa, Roberta Pinotti… al Generale di Divisione dell’Esercito Rosario Castellano, è stata conferita la promozione a Generale di Corpo d’Armata“.


Note: 

  1. Il Comando Operativo di vertice Interforze (COI) nasce come effetto della legge n. 25 del 18 febbraio 1997 di ristrutturazione dei vertici delle Forze Armate che pone il Capo di Stato Maggiore della Difesa in posizione sovraordinata rispetto ai Capi di Stato Maggiore delle Forze Armate, alle dirette dipendenze del Ministro della Difesa, quale responsabile dell’Organizzazione militare ed in particolare della pianificazione, della predisposizione e dell’impiego delle Forze Armate nel loro complesso.

About 

Fondatore e Direttore Responsabile di liberoricercatore.it

Giornalista pubblicista, iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti con tessera n° 146480. Appassionato ricercatore di storia e di tradizioni locali.
E' anche autore di NonSoloRisparmio.it (guida pratica on-line su come risparmiare e fare economia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.