Archivi tag: varo castellammare

Le navi varate a Castellammare

a cura di Gaetano Fontana

Figurina edizione B.E.A. anni 50

Breve prefazione d’autore:

Un tempo il Varo di una nave rappresentava un giorno di festa per tutta la città. Tutti gli stabiesi erano orgogliosi di quella Nave frutto del lavoro di coloro che (e non erano pochi) con grande maestria, dedizione e sacrificio lavoravano nel Cantiere Navale. Ogni cittadino quel giorno era ancora più orgoglioso di essere Stabiese. Questa rubrica ha un duplice scopo. Il primo è quello di ringraziare coloro che hanno lavorato e ancora oggi lavorano nel nostro Cantiere. Il secondo é quello di ravvivare l’orgoglio Stabiese che negli anni è andato ad affievolirsi. Per questo nasce e rimarrà una rubrica “aperta”. Siete tutti invitati a contribuire. Il materiale esistente è vastissimo (si pensi a quante navi sono state costruite nel Cantiere della nostra Città) e chi ne è in possesso può inviarlo in redazione per ampliare la rubrica.


ULTIMI INSERIMENTI

1919 – Bacino Galleggiante 

 

Tratto da: La Domenica del Corriere

Anno XXI  n. 36        7 – 14 Settembre 1919 

(solo foto senza articolo)

   _______________________

1967 – Vittorio Veneto (Incrociatore Lanciamissili)

Vedi Articolo

_______________________________________________________________________________

1967 – Vittorio Veneto (Incrociatore Lanciamissili)

 Libretto delle operazioni di varo

Vedi Articolo


EMEROTECA COMPLETA:

Continua a leggere

Duplice Varo a Castellammare

Duplice Varo a Castellammare

di Giuseppe Zingone

Campania e Basilicata, 1914, Naviglio coloniale

Campania e Basilicata, 1914, Naviglio coloniale

Ancora frementi dei giorni scorsi per il varo della nave Trieste, gli stabiesi hanno potuto riassaggiare il sapore dei grandi vari celebrati dai nostri gloriosi cantieri. Anche io ho potuto assistervi, potenza della tecnologia moderna, pur stando lontano, estasiato ed emozionato come un bambino in lacrime, ho ripetutamente rivisto come in un “loop temporale” i video che mi sono giunti da vari amici e parenti.

Proprio ieri davo gli auguri a mio cognato per il suo compleanno e gli ho chiesto notizie dei lavori nei cantieri: Come procedono? Cosa si fa adesso? La gente della mia terra mi sta a cuore e credo che i cantieri all’indomani della festa, debbano ancor più essere celebrati, perché nessuna oscura nube possa o debba privare centinaia di famiglie del sacrosanto pane quotidiano. Continua a leggere