Anna Di Palma

a cura di Maurizio Cuomo

Il giornalista sportivo Silvio Scotto Pagliara, delinea una breve biografia
di Anna Di Palma “l’atleta stabiese impegnata anche nel sociale”.

Anna_sulla_pista

Anna Di Palma in gara

Di Palma, una stella dell’atletica leggera

L’atletica leggera campana vanta tra le sue fila un personaggio straordinario, un’atleta di valore ma, soprattutto una donna vera. Anna Di Palma, stabiese sposata e mamma di due figli è il prototipo della donna impegnata ed emancipata, dal fascino avvolgente e dal carisma indiscusso.
Riuscire a rendere compatibile la figura di moglie – madre – lavoratrice e atleta è un compito enorme ; riuscire ad abbinare a tali funzioni anche una notoria capacità profusa nell’organizzare manifestazioni e dirigere e coordinare un’associazione sportiva fa sì che la Di Palma rientri nel novero delle donne superiori. In Campania Marathon Club Stabia dal 1981 è sinonimo di organizzazione societaria, di serietà degli iscritti e di qualità degli atleti.
Anna Di Palma si ritrova ad essere presidentessa di un sodalizio sportivo che, oggi, vanta più di ottanta iscritti; un’associazione che è unanimamente considerata tra le più importanti di Castellammare e che, soprattutto, dal 1987, riesce a donare ogni anno al Comune stabiese e all’atletica campana un appuntamento straordinario per l’ultimo sabato di maggio: “La Notturna città di Stabia”. Le spiccate qualità manageriali di Anna Di Palma riescono a far sì che, dall’operato dei suoi più stretti collaboratori (marito in primis) e dall’aiuto di tutti i soci della Marathon Club Stabia, fuoriesca un prodotto di straordinario valore tecnico, una gara podistica di grandissimo riscontro qualitativo e quantitativo che da anni ha fatto calpestare a tanti atleti le strade di Castellammare di Stabia. Ci sono persone che lontane dalle telecamere e dall’interessamento dei mass-media, si impegnano affinché l’evoluzione sociale non sia solo tema di simposi e di conversazioni auliche. C’è una donna a Castellammare di Stabia che l’evoluzione sociale la rende concreta giorno per giorno, ora dopo ora. C’è una donna stabiese che ha compreso l’enorme funzione che la pratica sportiva assolve ai fini di un miglioramento del vivere quotidiano e non ad altri scopi magari di lucro.
C’è una donna che è volano per una miriade di iniziative ed appuntamenti senza mai trascurare la sua grande femminilità, fonte del suo stupendo fascino. C’è Anna Di Palma.

I migliori tempi ottenuti dall’atleta

km 10 41′ 10″ 1989 Napoli (Parco Virgiliano)
km 21 1h 31′ 25″ 1987 Roma (Acqua Acetosa)
km 42 3h 15′ 40″ 1990 Firenze (Firenze Marathon)
km 42 3h 20′ 00″ 1987 Maratona di New York

Anna Di Palma e la Fiaccola olimpica

About 

Fondatore e Direttore Responsabile di liberoricercatore.it

Giornalista pubblicista, iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti con tessera n° 146480. Appassionato ricercatore di storia e di tradizioni locali.
E' anche autore di NonSoloRisparmio.it (guida pratica on-line su come risparmiare e fare economia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.