Lettere alla Redazione (anno 2022)

Lettere alla Redazione

Lettere alla Redazione


Sabato, 1 gennaio (Francesco Cosenza)

A volte penso, riferendomi alla gioventù di oggi e anche a quelli non più’ giovani, che cosa si sono persi delle bellezze della Castellammare di una volta, la storia i personaggi che l’hanno resa famosa in ogni forma di arte. Ma poi rifletto e dico che queste persone non avendo visto, conosciuto e vissuto il passato non possono aver rimpianti e quindi questa di oggi è la loro città. Solo i vecchi stabiesi come me, che si ricordano quando all’Acqua della Madonna arrivavano barche a vela cariche di fichi d’india “ananas” e bastimenti, sempre a vela per caricare pietre dalle cave di Pozzano e oltre, possono avere dei rimpianti e capire quanto hanno distrutto i politici di allora. Comunque lo scempio continua, potrei fare un lungo elenco ci ciò che non c’è più ma fortunatamente, pe noi, ci siete voi con le foto ricordo che fate rivivere il passato. Un grande GRAZIE a voi.

LR risponde (Giuseppe Zingone): Signor Cosenza, condividiamo appieno la sua riflessione. Proprio ieri leggevo il commento di un fotografo il quale diceva che le sue foto serviranno ai posteri per capire come era il mondo prima che loro venissero al mondo. Il tentativo di Liberoricercatore è proprio quello di preservare dall’oblio la bellezza della nostra città. Siamo consapevoli dell’arduo compito, a volte sembra di nuotare controcorrente, ma rimanere inermi e lasciarsi andare farebbe di noi dei colpevoli. Spero lei ci voglia scrivere altri pensieri e se volesse lasciare la sua memoria ai suoi familiari e alla città, potremmo anche intervistarla. Grazie a lei per il suo prezioso commento.


About 

Fondatore e Direttore Responsabile di liberoricercatore.it

Giornalista pubblicista, iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti con tessera n° 146480. Appassionato ricercatore di storia e di tradizioni locali.
E' anche autore di NonSoloRisparmio.it (guida pratica on-line su come risparmiare e fare economia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *