Abraham Louis Ducros, Il padiglione Cinese che si trova nella foresta (giardino) del Casino di sua eccellenza, monsieur le General Acton Castelmara (Castellammare di Stabia) 1794

Il Caffèaos di Acton

Il Caffèaos di Villa Acton

di Giuseppe Zingone

Giovanni Griffoni, Sir John Francis Edward Acton, 6th Baronet (1735-1811), Coughton Court, Warwickshire, Midlands, National Trust

Giovanni Griffoni, Sir John Francis Edward Acton, 6th Baronet (1735-1811), Coughton Court, Warwickshire, Midlands, National Trust

La bellissima Villa Pellicano per molto tempo residenza di Sir John Acton a Castellammare  doveva essere un luogo eccezionalmente sfarzoso. Rimandiamo allo scritto Villa Acton, dell’Abate Sacco. Mi ero già chiesto, un po’ nostalgico, come potesse apparire agli occhi dei visitatori la Villa del Generale, il più temuto dei suoi tempi, per riprendere alcune delle parole di Pietro Colletta nel nostro Puzzano e l’isola di Revigliano.

E non possiamo far a meno di citare sia Colletta che Sacco perché il primo ne traccia un sintetico ma elegante profilo: “(Acton) ornato di fresca gloria nell’impresa di Algeri, con fama di esperto in arti marinaresche e guerriere, imprendente, operoso“. “era nelle opinioni e nel fatto ministro primo e solo, potente quanto re; ma più venerato e temuto del re Ferdinando, che spensierato imbestiava nei grossi diletti della vita“.1

L’altro ci riferisce oltre che della casa il suo meraviglioso Giardino: “Nel recinto di questo stesso vago Casino vi sono due be’ giardini di agrumi; due fruttiere l’una a Settentrione e l’altra a Mezzogiorno; due Boschetti d’alberi di Castagne, in uno de’ quali vi è una Loggia un Cafeaos“.2

Se vi siete chiesti come fossero questi Cafeaos3ed in particolare quello di villa Acton a Castellammare, eccovi esauditi grazie a questo straordinario spaccato della vita nobiliare del tempo, opera di Ducros:

Abraham Louis Ducros, Il padiglione Cinese che si trova nella foresta (giardino) del Casino di sua eccellenza, monsieur le General Acton Castelmara (Castellammare di Stabia) 1794

Abraham Louis Ducros, Il padiglione Cinese che si trova nella foresta (giardino) del Casino di sua eccellenza, monsieur le General Acton Castelmara (Castellammare di Stabia) 1794. Gouache su carta 82×113. Collezione Coughton Court, Warwickshire

Ladispoli 5/Maggio/2018


Note:

  1.  Pietro CollettaStoria del Reame di Napoli dal 1734 sino al 1825,  Le Monnier 1846, vol I, pag. 122 e 125.
  2.  Abate D. Francesco SaccoDizionario Geografico Istorico Fisico del Regno di Napoli, Tomo III, Napoli MDCCXCVI, pag. 168-170.
  3. CASÍN DA CAFÉ, Casina o Casino, Casina o Casino da caffè (non Caffeaos che a ragione l’Ugolini chiama parola da fare spiritare i cani) Edifizio nel quale si beve il caffè. Nelle ville si colloca nei giardini, e gli si dà forma di tempietto, di anticaglia rovinosa, di edifizio cinese, gotico ec. Anche in Genova non mancan coloro che dicon volontieri Caffeaos o Cafféaus: perché non dire Casin da caffè, come s’ode spesso dire dal volgo?”. In Padre Angelo Paganini, Vocabolario domestico genovese-italiano, Genova 1857, pag. 92.

About 

Collaboratore di Redazione
Insegna a Roma, vive a Ladispoli, nutre molti interessi, come: la storia religiosa, l'arte, la fotografia e l'amore per la sua Castellammare di Stabia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.