Archivi tag: festa di San Catello

Invito del Parroco alla città

Invito del Parroco alla città

don Antonino D’Esposito – Parroco Con-cattedrale di Castellammare di Stabia (foto E. Cesarano)

Breve intervista di don Antonino D’Esposito, per sensibilizzare Cittadini e Amministratori…

 

Spesso ci capita di incontrare il parroco della Concattedrale, don Antonino D’Esposito, ospite saggio e generoso, per degli amichevoli colloqui. Ne riportiamo in breve un ultimo sulle prossime celebrazioni del patrocinio si San Catello.

LR:   Ci può dire in poche parole cosa prevede il programma per la celebrazione del Patrocinio?

DDE:  Dopo l’Intronizzazione di San Catello che avete seguito in diretta video; sabato 12 maggio, alle 20.30, in occasione della festa del patrocinio di San Catello; faremo una veglia di preghiera in Cattedrale, guidata dall’Arcivescovo S.E. Monsignor Alfano.

LR:      Quale sarà lo spirito conduttore di questa Veglia?

DDE:  Come ai tempi del nostro Santo Patrono, stiamo vivendo un tempo di passaggio, dove un vecchio mondo tramontato, vede nascere con fatica uno nuovo, tra tante incertezze.

LR:      Quindi?

DDE:  La chiesa locale vuole mettersi in ascolto della Parola di Dio, per esaudire anche le istanze di una città, che ha bisogno di speranza, oltre che dell’impegno di tutti, per il bene comune. La chiesa trova nel Vangelo e, propone a tutti quei valori che possano rinnovare il vivere sociale, ovvero: solidarietà, ricerca del bene comune.

LR:    Come anche: Lavoro, Legalità, Educazione. In sintesi i valori e le simbologie della Chiesa ispirino anche e soprattutto chi si appresta a governare la città.

DDE:  Certo, dalla scuola dei santi, sappiamo che le strutture sociali, tra cui la politica, si rinnovano nella misura in cui si rinnovano i cuori e le menti di tutti noi.

LR:     Ad una città come la nostra, che versa nelle condizioni note e a tutti, cosa può rivelare il Santo Patrono?

DDE:  San Catello rivela molto. Il nostro Santo Patrono, ad esempio, è rappresentato, nella statua a tutti noi cara: “in ginocchio con le braccia incrociate sul petto, in atteggiamento di raccoglimento e di preghiera.” Nelle stesse mani, è sostenuto il pastorale segno della sua autorità di Vescovo, come a ricordare a tutti noi, che la vera autorità nasce dall’ umiltà e da un cuore che sappia ascoltare Dio, e il prossimo.

Al momento di salutarci, ricorda ancora a noi tutti che sabato 12 Maggio 2018, alle ore 20.30; in Cattedrale, si terrà una veglia di preghiera, guidata dall’Arcivescovo S.E. Monsignor Alfano.