CASTELLAMMARE & GLI ISOLACUSTICA SBANCANO ITUNES

CASTELLAMMARE & GLI ISOLACUSTICA SBANCANO ITUNES

susy e isola

susy e isola

La tecnologia fa passi da gigante; ogni giorno, ogni istante che consumiamo sulla terra è preceduto da una novità tecnologica. La tecnologia, ormai, fa parte della nostra quotidianità a tutti gli effetti, e non passa secondo, in cui i mezzi di informazioni non comunichino novità o nuove invenzioni. Una grande novità tecnologica, più o meno recente, è iTunes, un’applicazione elettronica sviluppata e distribuita da un’azienda americana. Nella pratica, è uno dei sistemi più evoluti per l’archiviazione e la gestione di qualsiasi documento multimediale (file). Con minima spesa, se si possiede una applicazione del genere, e chi non ce l’ha mi verrebbe da chiedere, si possono acquistare: un film, un libro da leggere, della buona musica. Ebbene Castellammare di Stabia ha sbancato iTunes, lo ha fatto attraverso una produzione musicale tutta stabiese. Sinergie create ad opera degli studi Elios, e degli Isolacustica, un gruppo jazz campano; hanno prodotto un vero e proprio fenomeno musicale. Il disco più scaricato sulla piattaforma iTunes, il più acquistato, è stato IsolAcustica feat Antonio De Luise [n.d.r. feat da featuring; collaborazione musicale]. Per una decina di giorni il disco degli Isolacustica è stato primo in classifica mondiale, surclassando i giganti del jazz mondiale; ancora oggi, mentre l’articolo è in battitura, figura nelle prime posizioni. Un vero e proprio fenomeno musicale, perché fenomenali sono stati i risultati degli IsolAcustica; nome del gruppo e titolo del disco; da intendersi in due modi “i Sol Acustica” ovvero gruppo in formazione unicamente acustica; o “Isola Acustica”, cioè un’isola lontana, da raggiungersi a bordo della fantasia; sospinti dalla brezza amabile e piacevole della musica. Come piacevole e amabile è la voce della cantante solista del gruppo Susanna Giordano.

  • Susanna ha iniziato il suo rapporto con la musica in tenera età, studiando il pianoforte con ottimi risultati. Nel 2003 consegue il diploma al Conservatorio di Salerno in Canto Lirico. I numerosi stage ed i vari seminari sulle tecniche di canto moderno e jazz sono complici del rapimento che quest’ultimo genere compie. Si ricordano la sua interpretazione nel famoso musical “Moulin Rouge”, nei panni si Satine (al cinema interpretata da Nicole Kidman). Coreografie e recitazione, la mettono alla prova e la stimolano fin nel profondo dell’anima; sarà lei stessa a dichiarare: – …ogni volta, in scena, nel finale tragico mi commuovevo, fino a piangere davvero–. La “nuance de voix” si approssima molto a quella di Christine Daae (protagonista nel Fantasma dell’Opera all’Opera di Parigi). Carl Anderson, il mitico Giuda di Jesus Christ Superstar; grandissimo e mai dimenticato cantante jazz, disse di lei: – …a great singer, Love; Light and Music.– [trad.: una grande cantante, Amore; Leggerezza e Musica.]. E’ Giovanna D’Aragona in un grande show tematico come “Amalfi”; ambientato nella Repubblica Marinara, però nel periodo medievale, ricco di intrighi di palazzo, a cui naturalità delle scene e magia di voci, suoni e luci, conferiscono un’aura magica, una patina di altri tempi. Pur dedicando tutto il suo tempo al teatro musicale, è riuscita insieme ad alcuni musicisti a donare il meglio di sé per la creazione di Isolacustica.

Isolacustica group; Il gruppo di musicisti che ha affiancato Susanna in questa inattesa avventura, è composto da: Antonio De Luise, considerato uno dei migliori jazzisti italiani. Dalla spiccata personalità musicale, carismatico ed eclettico, si esprime con grande talento sia col basso, sia col pianoforte. Gaemaria Palumbo, al Sax soprano, tenore e baritono; musicista generoso, le sue performance sono intrise di gusto e genialità dell’improvvisazione. Cherubino Fariello, alla chitarra classica e semi acustica, chitarrista dal tocco dolce e penetrante. Domenico Salio, alle percussioni, cuore pulsante dei ritmi jazz dell’ensemble. Nello Manvati, al piano per il brano ” Ije te vurria vasa’ “. Tutti i componenti del gruppo provengono da studi classici, solo in seguito ad essi, ognuno ha intrapreso un diversa strada musicale. Dall’incontro di influenze, esperienze e colori; da questa contaminazione, viene fuori germogliando, uno stile senza frontiere o sbarramenti culturali; senza classificazioni tassonomiche.

  • L’album, primo CD del gruppo, si compone di 5 cover ,ognuna volutamente scelta da un genere musicale diverso. L’albo registrato presso gli studi “Elios” è autoprodotto, ed è scaricabile su iTunes e su tutte le piattaforme digitali già dal 21 Gennaio: Primo posto fra gli album più venduti nel genere Jazz di iTunes. Secondo posto nella classifica “Nuove e degne di nota” di iTunes. Quarantesimo posto nella classifica totale (Album pop, rock, jazz etc… etc…) di iTunes. E se non è un fenomeno questo?!?
  • Elios: il suono che diventa musica. L’intero CD è stato registrato negli studi Elios, tre sale di registrazione professionali, il sogno di una vita che si materializza quasi per magia. Nello Manvati è il “Deus ex Machina” di quest’altra grande realtà stabiese. Lo studio, sorge nella zona industriale di Castellammare di Stabia e da più di due anni, produce cultura musicale a pieno ritmo. Lo studio è stato immaginato, desiderato, progettato e poi costruito con concezione professionale: gli ambienti; una regia e, tre sale di ripresa, di diversa metratura ed altezza, sono isolati acusticamente e strutturati in modo da valorizzare l’acustica dei suoni in fase di registrazione; ambienti adiacenti e larghe vedute comunicanti per favorire soprattutto i musicisti nelle fasi di registrazione live. La qualità del suono ripreso è garantita da una strumentazione di ultima generazione; gli ingegneri del suono sono: Carlo Gentiletti e Vincenzo Schiavo. Fior da fiore, nella sala grande è disponibile uno dei migliori pianoforti al mondo: sua maestà lo Steinway gran coda D-274. Fra i tanti artisti che hanno registrato negli studi Elios, ricordiamo: Francesco Nastro, uno dei pianisti jazz più quotati a livello europeo; con Javier Girotto, sassofonista argentino di fama mondiale; Peppe La Pusata batterista; Chris Jennings al contrabbasso; Marziano Langella; Federico Luongo, e tanti altri nomi famosi delle produzioni musicali internazionali. Audiovisive. Naturalmente, tra tutti merita una citazione il gruppo degli “IsolAcustica” con la originalissima voce di Susanna Giordano che ha registrato in questo studio l’album di cui trattiamo. Cinque, tutte cover, compongono l’EP: “If ain’t got you” , “One day I’ll fly Away”, “My funny Valentine”, “E ti ricordo ancora” con gli arrangiamenti della stessa Giordano e di Antonio De Luise.

About 

Collaboratore di Redazione
Autore di teatro e autore radiofonico; filmaker, narratore. E' laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Sociologia delle Comunicazioni. E' laureato in Comunicazione d'Impresa e Comunicazione Pubblica; con specializzazione in Comunicazione Politica. E' responsabile della sezione Video di LR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *