Vacciniamoci contro la camorra, il racket e l'usura

Comunicati Stampa

Nella rubrica vengono pubblicati avvisi e comunicati giunti alla nostra Redazione

Comunicati Stampa

Comunicati Stampa


Ultimo Comunicato:

VACCINIAMOCI CONTRO LA CAMORRA, IL RACKET E L’USURA

AL VIA IL PROGETTO: SI PARTE IL 20 NOVEMBRE ALLE ORE 10,30 IN PIAZZA GIOVANNI XXIII

Vacciniamoci contro la camorra, il racket e l'usura

Vacciniamoci contro la camorra, il racket e l’usura

Al via il progetto messo in campo dall’Amministrazione comunale di Castellammare di Stabia denominato “Vacciniamoci contro la camorra, il racket e l’usura” allo scopo di sottrarre terreno fertile alla camorra che tenta di inquinare il tessuto sociale ed economico, di manifestare ferma condanna ai fenomeni criminali, di testimoniare la presenza dello Stato al fianco dei cittadini, delle famiglie, degli imprenditori protagonisti della nuova primavera della città.

La campagna di comunicazione e di sensibilizzazione è strutturata con il coinvolgimento dell’Ascom Stabia, del Circolo della Legalità – Castellammare di Stabia, della Fondazione Exodus 94, del Forum delle Associazioni, del Forum dei Giovani – Castellammare di Stabia e gode del patrocinio di Anci Campania.

La manifestazione si attuerà in tre appuntamenti (il 20, il 27 ed il 4 dicembre) con un gazebo posto in piazza Giovanni XXIII, antistante Palazzo Farnese, sede del Comune di Castellammare di Stabia. Presso il gazebo, simbolicamente, verrà fatto sottoscrivere agli ospiti un documento di accettazione della vaccinazione contro i virus della camorra, del racket, dell’usura, dell’illegalità, degli abusi e della violenza. All’atto della sottoscrizione verrà rilasciata una tessera di “avvenuta vaccinazione”.

Contestualmente alla campagna di vaccinazione verranno organizzati dei dibattiti, a poca distanza dal gazebo, sempre nell’area pedonale di piazza Giovanni XXIII, con un ospite del mondo dell’Antimafia ed un moderatore. Interverranno anche esponenti delle associazioni, del mondo della scuola, della cultura cittadini per portare le proprie esperienze.

Verrà inoltre effettuata una campagna di comunicazione sui social e sul sito web dell’Ente, anche grazie al supporto dei media partner: Roma – Il Giornale di Napoli, Videonola, ErreEmme News, Reportweb.tv, e-comunica, SOS Stabia – Ricomincio da tre, Positano News – redazione Napoli, Made In Pompei, Media Duemila/Osservatorio TuttiMedia, La notizia in comune, Vivicentro.it, Stabia Channel, Libero Ricercatore, Stabiapolis, il Gazzettino vesuviano.

Nell’ambito dell’iniziativa è stato anche sottoscritto un protocollo d’intesa tra Comune di Castellammare, Ascom, Circolo Intercomunale della Legalità e Fondazione Exodus affinché l’Ente si costituisca parte civile per risarcimento danni per lesa immagine della città ogniqualvolta si aprirà un procedimento contro estorsori o usurai. I fondi derivanti dal risarcimento danni saranno destinati a fini sociali.


Visto il persistere dell’emergenza sanitaria, rimettiamo alla vostra attenzione il banner con il numero verde di contatto informativo anti covid-19, trasmessoci con raccomandazione di massima diffusione dall’UOC Relazioni con il pubblico dell’ASLNA3.

Numero Verde Covid-19

Numero Verde Covid-19


21 ottobre 2021 – l’ultimo lavoro editoriale dello stabiese Antonio Ferrara, da qualche giorno, è in vendita presso: Varone (piazza municipio) e Stanino (cassa armonica) al prezzo di € 16,00.

Violenze e fascismo nel napoletano

Il caso di Castellammare di Stabia
Piazza Spartaco (1921-2021)

Antonio Ferrara

Orsa maggiore
2021, 256 pp.
Brossura, formato tredici per ventuno centimetri
Violenze e Fascismo nel napoletano - Antonio Ferrara

Violenze e Fascismo nel napoletano – Antonio Ferrara

Il manifestarsi della violenza squadrista e la vittoria elettorale dei socialisti in alcune città del Napoletano alla fine del secondo decennio del XX secolo segnarono una delle pagine più drammatiche dell’affermazione del fascismo in Italia, con l’assalto ad alcuni municipi. I fatti di Piazza Spartaco (Castellammare di Stabia, 20 gennaio 1921), riletti a cento anni di distanza grazie a documenti inediti, rappresentano bene la concezione fascista dello Stato che di lì a poco avrebbe invaso le istituzioni, distruggendo e minando alla base lo Stato liberale, che era entrato in crisi nell’immediato dopoguerra anche per le divisioni tra le forze politiche di massa, che non compresero a pieno la portata dei Fasci di combattimento voluti da Mussolini sin dal 1919. Come accadde a Bologna o a Ferrara, in Puglia e in altre regioni da Nord a Sud, il blocco di potere costituito da ceti borghesi, reduci della prima guerra mondiale, giovani studenti, proprietari terrieri, benestanti, commercianti spazzò via la giovane amministrazione comunale socialista, provocando la morte di sei persone: una storia dimenticata che val la pena riscoprire in un’Italia che sta perdendo la memoria democratica.


13 agosto 2021 – S.S. Juve Stabia

Un messaggio per tutti i tifosi, vi vogliamo al nostro fianco!

E’ stato un periodo difficile, lo è ancora per tutti, ma ci siamo e siamo pronti ad affrontare la nuova stagione 2021/2022. Noi non ci dimentichiamo di voi, cari tifosi, che siete la nostra voce, la nostra forza. Il prossimo campionato sarà ugualmente sottoposto a protocolli sanitari e restrizioni ma consentirà l’accesso allo stadio al 50% della capienza, un qualcosa che ci riempie di gioia: il vostro calore ci è mancato.

Green Pass e distanziamento, dobbiamo continuare a restare vigili, abbiamo ancora obblighi e sacrifici che non sono finiti. Abbiamo pensato tanto alla campagna abbonamenti, ma abbiamo deciso, per il momento, di non lanciarla. Potrebbe essere un rischio, a tutela dei vostri sacrifici economici, non possiamo dare la certezza di godere fino in fondo del proprio investimento e non vogliamo approfittare dell’amore verso i nostri colori. Quando avremo, e siamo sicuri che sarà così, certezze, lanceremo la nostra campagna abbonamenti.

Di voi non ci dimentichiamo, anzi vogliamo venirvi incontro e, a differenza degli anni passati, proporremo prezzi modici, più bassi, per accedere allo stadio Romeo Menti. Anche senza abbonamenti, vi vogliamo al nostro fianco e vi agevoleremo in questo. Vi ringraziamo e crediamo nel vostro sostegno, un sostegno che deve essere maggiore, più forte, nell’amore per i nostri colori, quel giallo e quel blu che sventola nelle vostre bandiere!

S.S. Juve Stabia


11 maggio 2021 – IL COMITATO PER GLI SCAVI DI STABIA

“CASTELLAMMARE: TUTELA DEL PAESAGGIO E DEL PATRIMONIO AMBIENTALE E IDROPINICO: FERMARE IL TRAFORO DI VARANO E DELLE COLLINE STABIANE

Il “Comitato per gli Scavi di Stabia fondato nel 1950” manifesta le proprie perplessità sulla necessità di realizzare il tunnel della Circumvesuviana tra “Via Nocera” e piazza Unità d’Italia. Dietro le nostre perplessità ci sono ragioni ambientali e archeologiche. Se sulla fragilità delle colline di Varano e di Scanzano (o del Solaro) immaginiamo siano state fatte tutte le indagini necessarie per scongiurare al 100 per cento eventuali rischi per la tenuta dei pianori che dominano la parte bassa di Castellammare, altrettanto deve essere stato fatto in materia archeologica. E qui il Comitato si permette solo di ricordare che il fronte del pianoro Varano-Scanzano, attraversato in antichità dal rivo Vernotico/Cannetiello, era frequentato certamente in età romana: sopra c’erano le ville d’otium, sul fronte sostruzioni per contenere la ripa, ai piedi strada, sepolture ed edifici. Questo è lo schema a Varano, questo è lo schema a Scanzano. Nel 1934 costruendo la stazione della Vesuviana sono emersi resti di tombe e di strutture in opera reticolata. Da ultimo, i rinvenimenti archeologici di piazza Unità d’Italia hanno confermato queste ipotesi. Bucare il fronte della collina nella zona della stazione Circum di Castellammare centro è assai rischioso. Ogni volta che si procede con grossi scavi e alterazioni della struttura geomorfologica di una città e di un territorio – tra l’altro sede di un bacino idrografico delicatissimo (siamo ancora la città delle acque?) – si mette in discussione l’assetto geologico. Già negli anni Ottanta costruendo la Variante Sorrentina furono scoperte ville romane e un santuario sannitico di età preromana, e l’impatto ambientale fu notevole. Ecco perché come cittadini, e non tanto più come soci del Comitato, restiamo perplessi di fronte al fatto che non abbiamo compreso cosa cambi dal punto di vista dei tempi di percorrenza – e quindi quali benefici ne traggano i viaggiatori – se lo scambio tra doppio binario e binario unico avvenga prima della fermata di “Via Nocera” (provenendo da Napoli, dopo provenendo da Sorrento) o dentro la stazione di “Castellammare di Stabia”. Sappiamo che la fermata di “Via Nocera” sarà soppressa e che sarà sostituita da quella in costruzione nei pressi dell’ospedale: si organizzi lo scambio tra doppio binario e binario unico prima del tunnel tra “Via Nocera” e “Castellammare di Stabia”, evitando di forare la collina per 450 metri, visto che il doppio binario tra Castellammare e Sorrento, anche quello, pare opera non adatta ai nostri tempi. E forse del tutto inutile. Perché il punto resta proprio questo: o il doppio binario si fa fino a Sorrento o lo si ferma dove arriva ora.
Ha ragione, dunque, il Consiglio comunale di Castellammare di Stabia nel chiedere pochi giorni fa lo stop all’opera, anche se in passato aveva espresso opinioni diverse. Nel gioco democratico il Consiglio comunale rappresenta la città, i concessionari di opere pubbliche o le società pubbliche sono al servizio delle città, non viceversa. Molto grave la colata di cemento che è stata versata nella pineta delle Terme di Stabia in località Solaro, in spregio a qualsiasi regola di buon senso. Siamo certi che la competente soprintendenza abbia già svolto tutti controlli necessari. Davvero non si capisce per quale motivo per ospitare spogliatoi o servizi per gli operai non si poteva utilizzare ad esempio il parcheggio delle Nuove Terme e utilizzare, se necessario, i vicini alberghi di Scanzano, al momento vuoti, per il soggiorno di tecnici e maestranze. Questo, evidentemente, se e quando l’opera sarà realizzata.


Archivio Comunicati:

CAPITANERIA DI PORTO DI CASTELLAMMARE DI STABIA – GUARDIA COSTIERA
11 aprile 2021, “Giornata del mare e della cultura marinara”

Istituita dal decreto legislativo 3 novembre 2017, n. 229 di Revisione ed integrazione del Codice della nautica da diporto, l’11 aprile ricorre la “giornata del mare e della cultura marinara”, che vede anche la Guardia Costiera impegnata nell’obiettivo di promuovere e sviluppare presso gli istituti scolastici di ogni ordine e grado la cultura del mare intesa come risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico, sostenendo la promozione di iniziative volte a diffonderne la conoscenza, nella consapevolezza che la scuola rappresenti il miglior veicolo per educare i giovani anche in tale ambito. Proteggere il mare e preservare il suo inestimabile patrimonio ambientale, sociale e culturale a beneficio delle nuove generazioni: fedele alla sua missione istituzionale, la Guardia costiera rinnova l’ormai consolidata collaborazione con il Ministero dell’Istruzione con un nuovo protocollo d’intesa che il Ministro Patrizio Bianchi e il Comandante Generale, l’Ammiraglio Giovanni Pettorino hanno siglato lo scorso 9 aprile a Roma. Diverse le iniziative poste in essere a livello territoriale dalla Guardia Costiera, oltre al lancio a livello nazionale del concorso scolastico dal titolo “La cittadinanza del mare – 2021”, incentrato sul tema della sostenibilità ambientale e dei cambiamenti climatici, giunto ormai alla terza edizione. Un’importante novità che coinvolge tutti i cittadini: disponibile da oggi la nuova “funzione-avvistamenti” dell’App #PlasticFreeGC – nata nell’ambito dell’omonimo progetto di comunicazione ed educazione ambientale sul contrasto alla dispersione delle microplastiche in mare, lanciato dal Comando generale della Guardia Costiera nel 2019 su diretto mandato dell’allora Ministero dell’Ambiente. Con la nuova funzionalità “avvistamenti”, il cittadino avrà l’opportunità di segnalare in diretta, attraverso il proprio smarthphone, la presenza in mare di avvistamenti di particolari specie marine. Tutte le informazioni confluiranno presso la Centrale operativa nazionale del Comando generale, per essere sottoposte a una verifica di carattere scientifico curata dall’Istituto Tethys Onlus – che si adopera per la conservazione dell’ambiente marino e con il quale la Guardia Costiera ha sottoscritto uno specifico protocollo operativo – e per poi essere condivise con le Istituzioni e con l’intera comunità scientifica. Infine, In occasione della giornata del mare verrà presentato ufficialmente anche un rinnovato rapporto di collaborazione tra il Comando generale della Guardia Costiera e il Ministero della Cultura, in forza del quale la Guardia Costiera collaborerà con l’Istituto centrale per il patrimonio immateriale, in mirate iniziative per la promozione dei valori legati alla conservazione della memoria sulle tradizioni marittime delle realtà costiere per le quali – oggi come in passato – le Capitanerie di porto rappresentano riferimento imprescindibile nella propria funzione di garante della sicurezza degli usi civili del mare. Ciò, con lo scopo di recuperare e consegnare alle future generazioni quel patrimonio immateriale – rappresentato da tradizioni verbali, racconti legati al mondo del mare, ricordi di pescatori e naviganti – che costituisce identità unitaria e patrimonio collettivo.


IL COMITATO PER GLI SCAVI DI STABIA “I REPERTI DI STABIAE A QUISISANA

Castellammare di Stabia, 5 GIUGNO 2020 – Dal 1958 l’impegno del Comitato per gli Scavi di Stabia: soddisfazione per il trasferimento dei reperti a Quisisana
CASTELLAMMARE DI STABIA, 5 giugno 2020 – “Era il 1958 quando Libero D’Orsi alla presenza del ministro Medici inaugurava l’Antiquarium stabiano nei locali al piano terra della scuola media di cui era stato preside fino a quell’anno, quando andò in pensione – dichiarano Maria Cristina Napolitano ed Eugenio Carpio del Comitato per gli scavi di #Stabia – oggi in questo strano giugno 2020, a 62 anni da quei giorni, esprimiamo la più viva soddisfazione per l’inzio delle operazioni di trasloco della collezione archeologica che il preside D’Orsi alla guida del Comitato per gli scavi di Stabia riuscì a raccogliere e ordinare. Siamo grati al direttore del Parco archeologico di #Pompei Massimo Osanna, al direttore dell’Ufficio Scavi di Stabia Francesco Muscolino e al sindaco Gaetano Cimmino per l’impegno profuso che consentirà finalmente di dare una sede degna ai reperti stabiani nella prestigiosa sede del Quisisana. Il Comitato proseguirà nella sua azione di studio e collaborazione per la piena valorizzazione del patrimonio archeologico dell’antica Stabiae”.



A beneficio di quanti (spero ancora in pochi) non ne siano a conoscenza, rimettiamo in calce l’avviso diramato a mezzo e-mail dall’ U.O.C. Relazioni con il Pubblico dell’ASL NA3.

Proroga esenzioni ASLNA3

Proroga esenzioni ASLNA3


In base al Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dpcm) del 9 marzo 2020 gli spostamenti delle persone sono vietati se non per comprovati motivi di salute, di necessità (compresa la spesa per generi alimentari) o di lavoro, come fino a oggi era già avvenuto in Lombardia e nelle 14 province focolaio dell’epidemia di coronavirus (Covid-19). Sull’intero territorio nazionale è vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Insomma, la zona rossa o zona protetta è estesa a tutta Italia. Poco fa il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato il provvedimento che ha denominato “Io resto a casa” per fronteggiare l’emergenza sanitaria. In queste ore stiamo leggendo con attenzione l’atto sottoscritto dal premier Conte ed attendiamo a breve nuove misure da parte della Regione Campania.

Il Dpcm avrà effetto a partire da domattina (10 marzo 2020). Tra i casi di necessità che consentono gli spostamenti c’è anche la spesa per generi alimentari. Tra le nuove misure ci sono lo stop a tutti gli eventi sportivi, istituti scolastici di ogni ordine e grado chiusi fino al 3 aprile, bar e ristoranti chiuderanno alle ore 18. È necessario autocertificare il motivo del proprio spostamento.

I datori di lavoro sono invitati ad attuare misure di congedo ordinario e ferie. L’area in cui saranno in vigore misure di emergenza è stata allargata consentendo quindi l’estensione del sostegno, dagli incentivi alla tassazione e agli ammortizzatori sociali, all’intera Italia, e quindi alla Campania.

Nelle prossime ore diffonderemo nuovi vademecum per tutti i dubbi dei cittadini. Qualsiasi iniziativa verrà comunicata attraverso tutti i canali a nostra disposizione. Restiamo a casa. Pazienza e buon senso. Ce la faremo, tutti assieme. Castellammare di Stabia ed il Paese intero non lasceranno vincere il virus!



Comunicato SS. Juve Stabia

Comunicato SS. Juve Stabia


Messaggio di Cordoglio

Profondamente commossi, i collaboratori di LR si stringono in cordoglio alla famiglia del compianto Gennaro Olivieri, capitano e indimenticata icona del calcio Gialloblu.

Gennaro Olivieri

Gennaro Olivieri

a seguire il comunicato della S.S. Juve Stabia

Esprimiamo tutto il nostro cordoglio per la scomparsa di Gennaro Olivieri. Cresciuto calcisticamente nel vivaio gialloblù, da Stabiese ha indossato la nostra maglia onorandola sempre, fino a diventare capitano. Con riconoscenza e affetto lo avevamo premiato nella scorsa stagione, insieme all’Amministrazione comunale. Oggi, insieme a tutti i tifosi, gli diamo il nostro ultimo, commosso, saluto e rivolgiamo le nostre condoglianze alla famiglia.

Castellammare di Stabia, 27/01/2020

S.S. Juve Stabia


Ordinanza Sindacale n.51 del 5 dicembre 2019

Ordinanza Sindacale n.51 del 5 dicembre 2019

Ordinanza Sindacale n.51 del 5 dicembre 2019

Con Ordinanza Sindacale n. 51 del 5 dicembre 2019, l’Ing. Gaetano Cimmino, sindaco di Castellammare di Stabia, vieta l’apprensione, lo smaltimento e l’accumulo di materiale ligneo non effettuati da parte di soggetti autorizzati e nelle forme di legge durante la notte dell’Immacolata. Nella fattispecie sarà vietato anche bruciare foglie, sterpaglie e qualsiasi altro materiale, eccetto per attività strettamente agricole fuori dal centro abitato.

Dalle ore 18.00 del 7 dicembre alle ore 5.00 dell’8 dicembre vigerà il divieto di cessione o vendita di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione e di qualsiasi altra bevanda in contenitori di vetro, che avvenga per asporto dai locali delle zone attigue alla villa comunale e al lungomare Garibaldi. Ai trasgressori saranno applicate sanzioni che variano tra 75 e 500 euro.


Sabato 30 novembre avrà luogo un trattamento di derattizzazione, che sarà effettuato in orario diurno a partire dalle ore 8.30.

Derattizzazione - novembre 2019

Derattizzazione – novembre 2019

Avvisiamo la cittadinanza di fare attenzione alla presenza di esche rodenticide contenenti principi attivi di derivazione idrossicumarinica. In caso di ingestione accidentale, è necessario consultare un medico o un centro antiveleni.


PALAZZO REALE DI QUISISANA: Firma della convenzione tra
il Parco Archeologico di Pompei e il Comune di Castellammare di Stabia

MARTEDI’ 15 OTTOBRE 2019 ORE 12,30
Sala Convegni, Palazzo Reale di Quisisana

Museo Archeologico a Quisisana

Museo Archeologico a Quisisana

Martedì 15 ottobre 2019, alle ore 12.30, presso la Sala Convegni del Palazzo Reale di Quisisana, a Castellammare di Stabia, il Direttore Generale del Parco Archeologico di Pompei Massimo Osanna e il Sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino firmeranno la convenzione tra il il Parco Archeologico di Pompei  e il Comune di Castellammare di Stabia, finalizzata alla istituzione del Museo Archeologico intitolato a Libero D’Orsi nelle sale del Palazzo Reale di Quisisana.

La firma della convenzione giunge al termine di un percorso avviato a metà degli anni ’90 per l’individuazione della nuova sede dell’“Antiquarium Stabiano”, chiuso dal 1997, e la realizzazione di un polo museale di eccellenza a Castellammare di Stabia, che vada ad integrare l’offerta culturale e il circuito archeologico dell’antica Stabiae, in rete con Villa San Marco e Villa Arianna.


VENERDI’ 11 OTTOBRE 2019 – ORE 19,30

I paesaggisti del l Grand Tour e quelli della Scuola di Posillipo a Gragnano e Monti Lattari

CAI Stabia

Venerdì 11 ottobre 2019, con appuntamento alle 19:30, presso la sede del CAI Stabia c/o CPS  alla via S. Vincenzo n. 15, riprendono le serate culturali del CAI con la conferenza:

I paesaggisti del l Grand Tour e quelli della Scuola di Posillipo a Gragnano e Monti Lattari

a cura dello storico gragnanese Giuseppe di Massa, presidente ANPI sez. Castellammare-Gragnano e del Centro di Storia e Cultura di Gragnano e Monti LattariAlfonso Maria Di Nola”.


IL PARTIGIANO ANTONIO AMORETTI A CASTELLAMMARE DI STABIA PER RICORDARE LE QUATTRO GIORNATE DI NAPOLI E LA RESISTENZA IN CITTÀ

29 SETTEMBRE 2019 – “Le Quattro Giornate di Napoli” e la Liberazione del Sud Italia.

“La Resistenza a Castellammare di Stabia” è il tema dell’incontro promosso dal comitato di sezione dell’Anpi di Castellammare di Stabia-Gragnano e dal Comitato provinciale Anpi Napoli martedì 1 ottobre 2019 alle ore 9,30 presso il Circolo della Legalità al corso Garibaldi, 1 – Castellammare.

1 OTTOBRE 2019 - ANPI La Resistenza a Castellammare

1 OTTOBRE 2019 – ANPI La Resistenza a Castellammare

L’iniziativa si propone di ricordare le prime forme di resistenza che videro impegnati militari e civili a Castellammare di Stabia tra il 9 e il 28 settembre del 1943: a tal fine negli stessi locali è stata allestita anche una mostra che resterà aperta fino al 15 ottobre.

L’incontro è organizzato in collaborazione con la Città di Castellammare di Stabia – Medaglia d’oro al merito civile per la Lotta di Liberazione, l’Azienda di cura soggiorno e turismo di Castellammare di Stabia e l’Associazione nazionale marinai d’Italia – gruppo Castellammare di Stabia.

I lavori saranno introdotti da Giuseppe Di Massa, presidente della sezione Anpi Castellammare-Gragnano. Interverranno il sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino, il rappresentante dell’Azienda di turismo Osvaldo Conte, il presidente Anmi di Castellammare Aldo Verdoliva e il giornalista di “la Repubblica” Antonio Ferrara. Concluderà Antonio Amoretti, partigiano delle Quattro Giornate e presidente dell’Anpi Napoli.

Info: 349 8428548


28 e 29 settembre 2019 – Raduno Nazionale a Salerno

XX raduno ANMI

XX raduno ANMI


car-free-day

car-free-day


Il recupero di una preziosa opera d’arte e il desiderio di credere ancora nella valorizzazione turistica di Castellammare. Dopo decenni di abbandono, ritorna a nuova vita il presepe ottocentesco della Concattedrale stabiese.

Presepe stabile Stabiano

Presepe stabile Stabiano

Con uno sforzo economico non indifferente sono stati restaurati dall’imprenditore Giovanni Irollo quasi settanta pezzi, appartenuti alla collezione di monsignor Petagna.

Giovedì 19 settembre (ore 18.30) nella sala convegni della Banca Stabiese (Corso Vittorio Emanuele, 113) sarà presentato alla stampa “Il Presepe Stabile Stabiano”.

Parteciperanno il sindaco Gaetano Cimmino, il parroco della Concattedrale Antonino D’Esposito, Massimiliano Greco, presidente dell’Associazione stabiese dell’arte e del presepe, Giovanni Irollo, amministratore unico Gidal, l’architetto Flavio Morvillo, Maurizio Santoro, amministratore delegato della Banca Stabiese e l’imprenditore Riccardo Scarselli. Modera la conferenza il giornalista Pierluigi Fiorenza.

Da metà dicembre il presepe verrà collocato, in maniera permanente, all’interno della Sala Capitolare della Concattedrale stabiese.

Non si tratta di un’operazione nostalgica, ma di contribuire fattivamente al rilancio di Castellammare e di restituirle un’importante opera d’arte di cui rischiavamo di perdere le tracce. Inoltre siamo convinti che il presepe possa attirare in città un notevole flusso turistico in ogni momento dell’anno a prescindere dal Natale. Il nostro progetto è solo l’inizio di un percorso imprenditoriale che vorremmo svolgere in collaborazione con l’Amministrazione comunale stabiese e la Regione Campania. Infine ci piace immaginare che anche altri operatori seguiranno il nostro esempio aiutando Castellammare a rifiorire e a ritornare protagonista nel circuito turistico d’eccellenza”, sostengono i promotori del progetto Presepe Stabile Stabiano in Concattedrale.


Derattizzazione 21 settembre 2019

Derattizzazione 21 settembre 2019


avviso disinfestazione

avviso disinfestazione


Comunicato Stampa Varo Nave Trieste 1

Comunicato Stampa Varo Nave Trieste 2

Guardia Costiera – Comunicato Stampa “Varo Nave Trieste”


Derattizzazione-10-05-19

Avviso alla cittadinanza Derattizzazione del 10-05-19

Venerdì 10 maggio 2019 avrà luogo un trattamento di derattizzazione, che sarà effettuato in orario diurno a partire dalle ore 8.30. Avvisiamo la cittadinanza di fare attenzione alla presenza di esche rodenticide contenenti principi attivi di derivazione idrossicumarinica. In caso di ingestione accidentale, è necessario consultare un medico o un centro antiveleni.


IL COMITATO PER GLI SCAVI DI STABIA “LA RIAPERTURA DI VILLA ARIANNA OCCASIONE

DI RILANCIO PER L’ARCHEOLOGIA STABIANA”

Castellammare di Stabia, 15 APRILE 2019 – “Un buon segnale per l’archeologia stabiana, anzi un’occasione per rilanciarla”. Così il Comitato per gli Scavi di Stabia fondato nel 1950 commenta la riapertura al pubblico di Villa Arianna, uno dei due siti archeologici di Castellammare di Stabia chiuso a ottobre per i danni provocati dal maltempo. Dopo i lavori di ripristino e puntellatura della copertura moderna dell’atrio, la villa viene restituita alla fruizione.

“Il Comitato per gli Scavi di Stabia intende sottolineare l’importanza della riapertura, resa possibile dall’impegno del Parco archeologico di Pompei. Viene restituita alla fruizione uno straordinario patrimonio culturale, in un momento che vede importanti reperti da Stabiae pronti ad essere ammirati nell’importante mostra “Pompei. Dei, Uomini Eroi” che apre giovedì 18 all’Ermitage di San Pietroburgo. Solo con l’apertura allo scambio e alla dimensione internazionale l’archeologia stabiana ha un futuro e la necessità di aprire il Museo archeologico a Quisisana esce rafforzata. Il Comitato plaude alla riapertura di Villa Arianna, sottolinea come tuttavia siano necessari interventi di riqualificazione dell’intero contesto territoriale e invita Parco archeologico di Pompei e Comune di Castellammare di Stabia ad aprire quanto prima il Museo a Quisisana. La presenza alla riapertura della villa romana di Varano della direttrice del Parco archeologico di Pompei Alfonsina Russo e del sindaco Gaetano Cimmino, oltre che del direttore generale del Grande Progetto Pompei, Mauro Cipolletta, e del direttore degli scavi di Stabiae Francesco Muscolino, lascia intendere che ci si è avviati verso una rapida soluzione della questione”.


IL COMITATO PER GLI SCAVI DI STABIA: “STABIAE E POMPEI IN MOSTRA ALL’ERMITAGE, SUBITO IL MUSEO A QUISISANA”

Il prossimo 18 aprile al Museo Ermitage di San Pietroburgo, apre la mostra “Pompei. Uomini, dei ed eroi”, organizzata dal Museo archeologico nazionale di Napoli, dal Parco archeologico di Pompei e dal museo russo. A San Pietroburgo verranno esposti numerosi affreschi di Stabiae, sia del Mann che dall’Antiquarium stabiano.

Ippolito affresco da Stabiae Antiquarium stabiano

Ippolito affresco da Stabiae Antiquarium stabiano

Si tratta di una importante occasione di scambio culturale e scientifico che inserisce Stabiae in un circuito virtuoso. La mostra in Russia ripropone ancora una volta l’urgenza di aprire il Museo di Stabiae a Quisisana: se avessimo il museo già operativo, sarebbe stata questa occasione di prestigio per Castellammare di Stabia che avrebbe potuto così legare – grazie al Museo di Quisisana – il suo nome al Mann e all’Ermitage.
Il Comitato per gli Scavi di Stabia rinnova l’appello al sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, e alla direttrice del Parco archeologico di Pompei. Alfonsina Russo, a firmare la convenzione per il museo e dare avvio così alla riesposizione al pubblico dell’intera collezione archeologica stabiana, negata al pubblico locale e non dal 1997.

Info 347 8304358


La ProLoco Castellammare di Stabia è promotrice del progetto “Restauro epigrafe commemorativa a Luigi Denza”, per il restauro dell’iscrizione in marmo, messa in posa il 9 giugno 2001 dal Comitato Pro Denza, al civico n°32, di via Mazzini, Castellammare di Stabia, nei pressi dell’adiacente Villa Comunale.

Proloco epigrafe Denza

Proloco epigrafe Denza

La ProLoco Castellammare di Stabia invita la cittadinanza all’evento “Restauro epigrafe commemorativa a Luigi Denza”, per ricordare la nascita dell’illustre compositore, padre di circa 800 brani musicali, di cui canzoni e romanze in varie lingue, reso celebre in tutto il mondo per “Funiculì, funiculà”.

I presenti saranno coinvolti nell’evento itinerante, che partirà dalla Cassa Armonica, in Villa Comunale, il 23 febbraio, alle ore 11:00, per poi sostare nei pressi del busto in bronzo di Luigi Denza e congedarsi davanti l’epigrafe, posta in via Mazzini, n°32, luogo della casa natia del musicista, restaurata per l’occasione dalla ProLoco Castellammare di Stabia.

L’evento prevede una narrazione di aneddoti sulla vita di Luigi Denza e l’esecuzione corale e strumentale della nota canzone, ad opera degli allievi del Liceo musicale “F. Severi”, le classi musicali delle scuole stabiesi “G. Bonito” e “Stabiae”, diretti dai maestri Peppe D’Antuono, Alfredo Intagliato, Francesco Scelzo e dalla soprano Rosa Florentino.

L’evento si conclude con la presentazione alla cittadinanza dell’epigrafe restaurata.

La cittadinanza tutta è invitata a partecipare.


Associazione Stabiese dell’Arte e del PresepeVIII mostra presepiale ASAP

Ritorna il Santo Natale, e con esso ritorna il Presepe che, con la sua magica atmosfera fatta di suoni, odori, luci, immagini, fantasia e di sensazioni, ci trasporta in una dimensione tutta particolare, mista di sentimento religioso, tradizione, arte e cultura.

E ritorna l’arte presepiale nello “Spazio per Tutti” della Parrocchia di Maria SS. del Carmine, in pieno centro cittadino.

Giunta all’VIII edizione, la Mostra quest’anno è dedicata al drammaturgo, attore e poeta stabiese Raffaele Viviani, per il 130° anniversario della sua nascita.

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione esprime il suo vivo apprezzamento agli espositori per l’alto livello artistico delle opere esposte, per la loro partecipazione e per il disinteressato contributo, necessario per la realizzazione della manifestazione stessa.

Un caloroso ringraziamento a tutti coloro che, anche con la sola presenza, incoraggeranno questa iniziativa.

Programma:

Sabato 15 dicembre, ore 19.30 inaugurazione
Domenica 6 gennaio ore 21.00 chiusura della mostra

Orari:
dal lunedì al venerdì dalle ore 16,30 alle ore 21.00
Sabato e festivi dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.30 alle 21.00

Per informazioni:
393/4316562 – 360/918970
www.presepestabia.com – presepestabia@gmail.com
Facebook: presepestabia


Sequestro datteri dicembre 2018

Sequestro datteri dicembre 2018



CASTELLAMMARE, IL COMITATO PER GLI SCAVI DI STABIA

“PLAUSO AL CONSIGLIO COMUNALE PER L’ISTITUZIONE
DEL MUSEO DI STABIAE LIBERO D’ORSI ALLA REGGIA DI QUISISANA”

Comitato Scavi Stabia Museo Quisisana 03_08_2018

Comitato Scavi Stabia Museo Quisisana 03_08_2018


Castellammare di Stabia: avviso disinfestazione

Castellammare di Stabia: avviso disinfestazione

L’Associazione Culturale e Sportiva StabiAmore, ringrazia il Presidente Francesco Manniello per aver garantito la permanenza nel calcio professionistico della nostra gloriosa squadra cittadina e dà il benvenuto al Presidente Felice Ciccone e al nuovo assetto societario.

In questo decennio si è consolidata una forte sinergia tra StabiAmore e la Juve Stabia indipendentemente dalla categoria e, nell’augurarci che possa proseguire in modo proficuo, l’associazione StabiAmore rinnova la propria disponibilità a collaborare con la società nelle forme che la stessa riterrà opportune, anche nei progetti sociali e solidali menzionati dal neo Presidente.

La città di Castellammare merita un palcoscenico importante nel mondo del calcio e dello sport in generale sulla tradizione delle numerose vittorie del canottaggio e del titolo nazionale conquistato nel 1945 dallo Stabia e non ancora riconosciuto dalla federazione, nonostante l’impegno della nostra associazione e delle tifose e dei tifosi.

StabiAmore è fiduciosa che la nuova società saprà continuare l’ottimo lavoro svolto negli anni passati e in particolare della gestione Manniello.

Direttivo StabiAmore


Mercoledì 29 novembre 2017, nell’aula consiliare di Palazzo Farnese in Castellammare di Stabia, alle ore 18.00, verrà presentato il nuovo numero della rivista “Cultura & Società”.

Cultura & Società

Cultura & Società

Questo nuovo numero, 7°-11° della nuova serie e 24°-28° dell’intera collezione, vede la luce per merito senz’altro del gruppo redazionale e del “Comitato per gli scavi di Stabia fondato nel 1950”, ma ancor di più grazie alla generosa e attiva collaborazione degli autori degli articoli, ai quali va un grazie sincero e incondizionato.

Il presente numero speciale è dedicato alla memoria del compianto amico Pippo D’Angelo, già cofondatore della rivista Cultura & Territorio (1984) e dell’omonima Associazione (2005) e poi dell’attuale rivista Cultura & Società(2007), scomparso nel corrente anno solare, dopo una dolorosa e lunga malattia. D’Angelo ha svolto con rara competenza e dedizione il ruolo di caporedattore e articolista sia nella prima che nella seconda edizione, conferendo lustro e prestigio alla Rivista.

Nel primo articolo Pierluigi Fiorenza tratteggia la figura umana e storico-letteraria del Nostro, citando con lucida rassegna le sue numerose opere, quasi tutte frutto delle ricerche sulla storia dell’hinterland stabiano.

L’attuale Redazione è composta da Domenico Camardo, Giuseppe Di Massa, Raffaele Sabato, Annamaria Santarpia, Gerardo Sorrentino, Francesco Saverio Starace, Adele Tirelli e da una dinamica segretaria, Maria Cristina Napolitano. Caporedattore è Antonino Di Vuolo, direttore responsabile Antonio Colonna.

Si aggiungono al lungo elenco degli oltre duecento autori che hanno finora collaborato con articoli, saggi, note e recensioni alla vita della rivista, articolisti che si sono avvicinati per la prima volta alla nuova esperienza editoriale, come Pierluigi Fiorenza, Luigi Giordano, Teresa Squillante, Aniello Pignataro e Barbara Maffei.

Finora l’accoglienza entusiasta da parte del pubblico dei lettori e la favorevole risposta alla nostra iniziativa editoriale da parte dei critici, dei Dirigenti degli Enti locali pubblici e delle Istituzioni scolastiche, nonché dei privati cittadini hanno incoraggiato i Soci a proseguire nell’opera culturale intrapresa e hanno consentito alla Direzione di allestire , tra immense difficoltà, un volume di ben oltre duecento pagine.

La Rivista, ad ogni pubblicazione di un nuovo numero, viene distribuita gratuitamente, nel corso di una o più manifestazioni pubbliche, durante le quali studiosi di varie discipline sono appositamente invitati a presentare e a commentare gli argomenti salienti in essa contenuti. Numerose copie, poi, vengono inviate ai Dirigenti degli Istituti Scolastici del comprensorio, agli studiosi, nonché alle biblioteche più rinomate italiane ed estere.

In questo numero sono presenti articoli che trattano di personaggi, di pittura, di storia locale, di architetti e ingegneri stabiesi famosi; altri studiosi approfondiscono argomenti di etimologia, di scienze e tecnologie moderne.

La gratuita e larga diffusione della Rivista tra gli operatori culturali sul territorio stabiano e nei Comuni viciniori, per una popolazione di circa 200.000 abitanti, si prefigge di conseguire i seguenti obiettivi: la diffusione della cultura in particolare tra i giovani studenti, la conoscenza della storia, dell’arte e delle bellezze naturali del nostro territorio.


 Comunicati (anno 2017)

24/11/2017 – PRESENTAZIONE DEL NUOVO NUMERO DELLA RIVISTA “CULTURA & SOCIETA'”

06/09/2017 – IL SINDACO: AVVISO DISINFESTAZIONE DEL 7 SETTEMBRE 2017

05/09/2017Presentazione – Santa Maria La Carità – Settembre 1943: Una strage dimenticata

26/07/2017 – IL SINDACO: AVVISO DISINFESTAZIONE DEL 27 LUGLIO 2017

16/06/2017 – CdP: UNA GIORNATA PER L’AMBIENTE… PRENDI LA BOMBOLA E SPAZZIAMO

16/06/2017 – CPS: LA FESTA DEL RISO (IL 16/06 ALLE ORE 19,30 c/o CRAL MARICORDERIA)

23/05/2017 – IL MONARCA PROJECT: VENERDI’ 26 MAGGIO 2017 (ORE 10,00) ALLA REGGIA DI CASERTA

30/03/2017 – SITI VESUVIANI: DAL 1 APRILE ORARIO ESTIVO E INGRESSO GRATUITO IL 2 APRILE


 Comunicati stampa (anno 2016)

20/12/2016IN…QUADRIAMO CASTELLAMMARE AL MIRAMARE DAL 21 AL 29 DICEMBRE 2016

16/12/2016COMUNICATO CdP CASTELLAMMARE DI STABIA: SEQUESTRO DATTERI DI MARE

10/09/2016 – STABIA IN FIERA: INFORMAZIONI UTILI PER I VISITATORI

30/08/2016 – PROROGA GARANZIA GIOVANI, GUIDA (FDG): “IL COMUNE FACCIA CHIAREZZA”

07/08/2016 – COMUNICATO STAMPA CdP CASTELLAMMARE DI STABIA: L’ALGA TOSSICA

21/06/2016 – AL MARE IN SICUREZZA: INIZIATA L’OPERAZIONE MARE SICURO 2016

24/05/2016 – ACCORDO TRA LA GUARDIA COSTIERA E IL SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO

18/05/2016 – NOTIZIE INESATTE CIRCA I FONDALI DEL PORTO DI CASTELLAMMARE DI STABIA

Comunicati (anno 2014)

03/09/2014I CANOTTIERI STABIESI AI CAMPIONATI MONDIALI DI AMSTERDAM

29/08/2014 – SDRAIO ED OMBRELLONI ABUSIVI SEQUESTRATI A CASTELLAMMARE DI STABIA – MULTATO MEGA YACHT

22/08/2014 – DENUNCIATE 5 PERSONE PER ABUSI SUL DEMANIO MARITTIMO

21/08/2014 –CHIESA DI S. MICHELE AL FAITO (PER LA RISTRUTTURAZIONE, OCCORRONO FONDI): DON CATELLO MALAFRONTE SCRIVE ALLA COMUNITA’

17/08/2014 – LETTERA DEL SINDACO DI CASTELLAMMARE AL PRESIDENTE TAVECCHIO

12/08/2014 – IL SINDACO CUOMO SCRIVE IN MERITO AL POSSIBILE RIPESCAGGIO DELLA JUVE STABIA IN SERIE B

23/07/2014  GLI ANGELI ARRIVANO DAL MARE: SBARCO MEDICO D’URGENZA PER UN PASSEGGERO COLTO DA MALORE

11/07/2014 – CONVOCAZIONE STRAORDINARIA DEL CONSIGLIO COMUNALE (ORE 9,00)

04/07/2014 – FABIO CASERTA PROLUNGA IL SUO CONTRATTO CON LA JUVE STABIA

04/07/2014  MARE SICURO 2014 ENTRA NEL VIVO. PER DIPORTISTI E BAGNANTI APERTI ANCHE NEI GIORNI FESTIVI

02/07/2014 – ESTATE 2014, L’IMPEGNO DELLA GUARDIA COSTIERA A TUTELA DEL MARE

About 

Collaboratore di Redazione
Nato nel 2004, segue con particolare interesse tutto ciò che riguarda la Città di Castellammare di Stabia. Responsabile pagina Instagram del portale. E' il più giovane collaboratore di LR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *