Francesco Di Capua

brevissima biografia a cura di Maurizio Cuomo

FRANCESCO DI CAPUA, sacerdote, educatore, umanista, storico e docente universitario (1879-1957). Nacque a Castellammare il 21 dicembre 1879, dove a soli 13 anni, nel 1892, vestì l’abito talare, compiendo gli studi classici nel locale Seminario diocesano. Il 20 dicembre 1902 fu ordinato sacerdote. Iscritto all’Università degli Studi di Napoli si laureò in Lettere, con lode, nel 1919. Nello stesso anno, l’8 dicembre, fu chiamato a diri­gere da preside incaricato il Liceo stabiese allora pareggiato.

Mons. Francesco Di Capua (archivio liberoricercatore.it)

Mons. Francesco Di Capua (archivio liberoricercatore.it)

L’anno successivo fu nominato professore di lettere latine e greche, conservando l’incarico di preside. Dopo un ininterrotto insegnamento al Liceo Plinio Seniore, nel 1940 ottiene la libera docenza di Storia della letteratura latina medioevale nell’Università di Napoli e nel 1948, in seguito a concorso, Ordinario di Letteratura cristiana antica nell’Università di Bari dove insegnò an­che Storia del Cristianesimo e Letteratura latina medioevale.

Le sue pubblicazioni sono oggi considerate indispensabili per chiunque voglia interessarsi di studi sul cursus medioevale. Fu apprezzato autore di oltre un centinaio di pubblicazioni che spaziano nel campo della Letteratura latina medievale, storia del cristianesimo, letteratura cristiana antica, filologia, archeologia, storia medievale, idrologia, agiografia.

Francesco Di Capua fu socio ordinario dell’Accademia di Archeologia, Belle Lettere e Arti di Napoli; Socio della Pontificia Accademia Romana di Archeologia dello Stato Città del Vaticano, socio dell’Accademia Pontaniana di Napoli e dell’Accademia Pugliese delle scienze di Bari.

Chiuse la sua vita terrena, serenamente, all’età di 77 anni l’8 settembre 1957, alle ore 17, nella sua casa di via Alvino n. 8.


Sue pubblicazioni:

  • Intorno alla reliquia del cranio di S. Catello che si conserva nella Chiesa del Gesù (anno 1915);
  • Dall’Antica Stabia alla moderna Castellammare, contributo storico sul clima e le acque (anno 1921);
  • Aggiunte alla bibliografia delle acque minerali di Castellammare di Stabia (anno 1921);
  • L’Acqua Acidula, noterelle storiche (anno 1921);
  • L’origine dell’acido carbonico nell’Acqua Acidula, Rossa e Ferrata (anno 1924);
  • Osservazioni sulla temperatura e la composizione chimica delle Acque Minerali Stabiesi (anno 1925);
  • Le antichità stabiane conservate nella sala capitolare e le origini del Cristianesimo a Stabia (anno 1926);
  • Ricerche su Stabia e le sue acque (anno 1929);
  • S. Catello e i suoi tempi (anno 1931);
  • L’Acqua della Madonna e la sua composizione chimica (anno 1932);
  • Notizie e ricerche sulle acque minerali di Castellammare di Stabia (anno 1933);
  • La Comunità dei Preti Semplici di Gesù e Maria (anno 1933);
  • Ritrovamenti archeologici nel territorio dell’antica Stabia negli anni 1931-1933 (anno 1935);
  • Dall’antica Stabia alla moderna Castellammare (anno 1936);
  • Contributi all’epigrafia  e alla storia della antica Stabia (anno 1939);
  • Stabia e le sue cure con le acque minerali presso i Romani. Terme e sorgenti (anno 1939);
  • Appunti su l’origine e sviluppo delle terme romane (anno 1940);
  • Un’epigrafe stabiese e il culto della “Deum Mater” presso le sorgenti di acque minerali (anno 1941);
  • L’idroterapia ai tempi dell’Impero Romano (anno 1941);
  • Scritti minori (anno 1959).

Bibliografia consultata:

Francesco Di Capua nel centenario della nascita (1879 – 1979) – AA.VV.  Anno 1980;

Le Fonti bibliografiche per la storia di Castellammare di Stabia – A. Acampora & G. D’Angelo. Anno 1996;

Castellammare di Stabia luogo d’arte cultura e tradizioni – Giuseppe D’Angelo. Anno 1997.

About 

Fondatore e Direttore Responsabile di liberoricercatore.it

Giornalista pubblicista, iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti con tessera n° 146480. Appassionato ricercatore di storia e di tradizioni locali.
E' anche autore di NonSoloRisparmio.it (guida pratica on-line su come risparmiare e fare economia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.