Nicola De Simone - Immagine d'epoca

Nicola De Simone: il calciatore sfortunato

di Corrado Di Martino 30-05-2019

Nicola De Simone - Immagine d'epoca

Nicola De Simone – Immagine d’epoca

Chi lo ha conosciuto dice che era schivo, generoso, serio, coraggioso; lo stabiese sfortunato e illustre, di cui vi parliamo oggi, era Nicola De Simone. Di sportivi famosi e fortunati, la nostra città ne ha generati tanti. Ad esempio il più decorato fra tutti il grande Ciccio Esposito, vogatore, a cui hanno fatto eco talmente tanti ragazzi che è praticamente impossibile farne la totale citazione. Non ultima Giovanna Schettino, campionessa mondiale nel quattro di coppia pesi leggeri. Atleta fra le quattro prime italiane e, prima stabiese nella storia, a raggiungere questo obiettivo. Numerosi sono anche i nomi dei calciatori famosi nati a Castellammare di Stabia: Roberto Di Martino, Ione Spartano, Gennaro Olivieri, Salvatore Di Somma, Roberto Amodio, Raffaele Ametrano, Antonio Mirante, Fabio Quagliarella, i più giovani fratelli Donnarumma, e il promettente Sebastiano Esposito. Nicola De Simone, che vogliamo ricordare oggi, non è arrivato alla fama di Quagliarella ed altri, non è stato così fortunato, tuttavia a 40 anni dalla sua scomparsa, il ricordo di lui è ancora forte nei cuori giallo-blé.

Siracusa calcio 1978-79 purtroppo senza Nicola De Simone

Siracusa calcio 1978-79 (purtroppo senza Nicola De Simone)

Biografia

Nato a Castellammare di Stabia il 13 gennaio del 1954, unico maschio fra sei sorelle, iniziò a tirare i suoi primi calci nell’Oratorio Salesiano del Solaro. Lello Violano, Tonino Schettino, Catello Scarica, erano con lui. Fra una partitina e l’altra, con la sua vespa, consegnava i latticini prodotti dalla ditta di famiglia. Poi passò nelle fila della Libertas Stabia, la seconda rappresentante della città, al tempo era una squadra trampolino per molti atleti. A 17 anni, iniziò la sua carriera da calciatore di un certo livello con la Fiorentina, squadra nella quale resterà nelle giovanili per tre anni. Nello stesso team, avrebbe figurato poi un altro stabiese Rodrigo Ghiandi. Proprio a Firenze conoscerà Adriana Borgioli, unico amore della sua vita. Alterne vicende di mercato calcistico, lo portarono a giocare in squadre come la Sessanta, il Benevento, la Juve Stabia, per poi passare in  serie “C2” con il Siracusa (1977), team che nel 1979, pur senza Nicola da quasi un mese, vinse la Coppa Italia Semiprofessionisti.


Il Dramma

Alla 30° giornata di campionato serie “C2”, durante l’incontro Palmese vs Siracusa, terminata 2-1 per i padroni di casa, accade un grave incidente. A 13 minuti dall’inizio, Nicola che non si è mai tirato indietro, coraggioso come sempre, in un intervento di gioco, rimedia una caduta (forse anche un calcio alla tempia) battendo la testa violentemente a terra. Immediatamente le sue condizione appaiono disperate, d’urgenza viene trasportato, fra lo sconforto generale, al Cardarelli di Napoli. In sala di rianimazione, dal 13 maggio, non riprenderà più conoscenza, per spegnersi a 25 anni di età il 30 maggio del 1979.

Non potrà mai abbracciare la figlioletta Sara, nata dal matrimonio con la signora Adriana Borgioli, la bambina nascerà circa cinque mesi dopo il dramma. Quella stagione, sarà ricordata per questo grave lutto, a Siracusa e a Castellammare, con un gemellaggio che unisce le due squadre. A quarant’anni di distanza, si rammenta ancora con commozione, la massiccia partecipazione dei tifosi aretusei alla messa funebre in suffragio, che si tenne il tre giugno a Castellammare di Stabia.


Note sportive

Una stagione, quella del ’79, forse la migliore del Siracusa calcio, che proprio quell’anno fu promossa in “C1”, oltre a vincere la Coppa Italia per Semiprofessionisti battendo all’89° per 1-0, la Biellese. Walter Ballarin dedicò il suo gol a Nicola De Simone, la città di Siracusa gli dedicò uno stadio; Castellammare di Stabia gli intitolò la stradina che costeggia  l’odierno stadio Romeo Menti. Qui di seguito immagini della stradina e il documento ufficiale1 che delibera l’intitolazione di una strada a Nicola De Simone.


Note:

About 

Collaboratore di Redazione
Autore di teatro e autore radiofonico; filmaker, narratore. E' laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Sociologia delle Comunicazioni. E' laureato in Comunicazione d'Impresa e Comunicazione Pubblica; con specializzazione in Comunicazione Politica. E' responsabile della sezione Video di LR.

1 pensiero su “Nicola De Simone: il calciatore sfortunato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.