Cordim (poetica stabiese)

Caro “Libero Ricercatore”, nel dare aiuto ad una delle mie nipoti nel suo lavoro di ricerca per l’università, ho conosciuto una persona davvero particolare: il signor Catello Schiavone; forse la principale voce votiva per quanto concerne le celebrazioni della dodicina -novena- dell’Immacolata. Parlando con questo signore, ma sarebbe preferibile dire amico, avvertendo la sua grande passione e devozione per l’Immacolata Concezione, apprezzando personalmente, la grande umiltà con la quale si è prestato a narrare la sua vicenda familiare e di fede, mi è sovvenuta una brevissima poesia che sintetizza quanto raccontato da ” Catiello “. Te la invio in allegato, sperando possa trovare il necessario spazio. Nel rinnovare le congratulazioni per la meritoria opera che svolgi a salvaguardia della cultura cittadina e non solo, ti ringrazio… Cordim

‘A ‘Mmaculata

‘A Madonna?

E che ce sta ‘cchiù bbella d’‘a Madonna?

D’‘a ‘Mmaculata?

E’ vestuta ‘e cielo…

‘a ‘Mmaculata.

E’ ‘nu raggio ‘e sole quanne chiove…

‘a ‘Mmaculata.

E’ ‘a risata ‘e ‘na criatura

che pazzèa ‘mmiez’‘a via, annura.

E’ ‘o sciato ‘e Mamma… quanne ‘a notte chiagne pecché t’appaura.

Quanne te fa ‘na carezza e torna allerezza

Chesta, è d’‘a Vergine ‘a bellezza.

 

( Visualizza la versione video/sonora della poesia )

 

About 

Collaboratore di Redazione
Autore di teatro e autore radiofonico; filmaker, narratore. E' laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Sociologia delle Comunicazioni. E' laureato in Comunicazione d'Impresa e Comunicazione Pubblica; con specializzazione in Comunicazione Politica. E' responsabile della sezione Video di LR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.