Archivi tag: Quisisana

Barbarie alle Fontane del Re

 la Redazione

vigilc

27-12-2016 ore 12.00  Ci giunge in maniera informale, una nota che informa la cittadinanza del ripristino dello stato dei luoghi. Una vicenda, che grazie all’intervento pronto del Comune di Castellammare di Stabia, Primo Cittadino in testa, sembra si sia conclusa molto positivamente.

27-12-2016  Nella primissima mattinata, di oggi, erano ripresi i lavori di posa cavi sulla palificata installata “abusivamente” sul viale di Fontana del Re. Probabilmente la posa della palafitta ha avuto inizio durante le prime feste natalizie. Un pattuglia della Polizia Municipale, coordinata dal capitano capitano Scarpato, coadiuvata dal dirigente comunale arch. Cannavale, è intervenuta prontamente, a verificare quanto accaduto. Da fonti informali abbiamo appurato che i permessi richiesti ed ottenuti  presso l’Ufficio Tecnico Comunale, interessavano via Grottelle (una stradina, a quanto ci dicono, posta dietro la Reggia di Quisisana) e non il Viale di Fontana del Re, per cui è scattato un sequestro cautelativo dei pali in lamiera d’acciaio e portanti in rame, sempre informalmente abbiamo saputo che il Comune in contemporanea al sequestro procederà alle opportune denunce. In questo istante ore 10,15 il sindaco avv. Antonio Pannullo è sul posto…

Scempio a Quisisana (foto Ferdinando Fontanella)

Scempio alle Fontane del Re (foto Ferdinando Fontanella)

26-12-2016  Carissimi amici, purtroppo, nostro malgrado, quest’oggi a Castellammare si scrive un’ulteriore pagina nera di storia; con la mortificazione più assoluta, preso atto della inettitudine e della noncuranza di chi dovrebbe tutelare e sorvegliare (ed invece guarda le “mosche”), ci tocca denunciare per l’ennesima volta uno scempio perpetrato ai danni del nostro straordinario patrimonio storico/culturale.

Ricordate lo stato di pietoso abbandono in cui versano le celebri Fontane del Re? Sversamento illegale di rifiuti, danni alla flora del parco arboreo, atti vandalici, gare improvvisate di motocross, furto dei gradoni in piperno napoletano, da noi a più riprese denunciati? Ricordate le tante iniziative intraprese da liberoricercatore.it e da tante altre associazioni cittadine per rivalorizzare questo luogo dai nobili trascorsi? Ricordate i 17.065 voti raccolti al Censimento FAI “I luoghi del Cuore” del 2012?

Ebbene, dimenticate tutto, perché sprecate: tempo, amore e fantasia! Quest’oggi abbiamo la prova provata che sulla nostra amata Castellammare vi è un progetto di distruzione totale.

No, non siamo impazziti e ve ne daremo ampia prova a seguire. Continua a leggere

Quisisana, paradiso verde

( collezione Diego Celotto )

Caro Maurizio, rovistando fra le riviste antiche in mio possesso ho avuto la gradita sorpresa di ritrovarmi una copia della Rivista “Castellammare” edita sotto il periodo fascista (presumibilmente nel 1931), in buone condizioni. Se non è annoverata fra il tuo vasto archivio, posso inviarti periodicamente, tempo permettendo e se sei d’accordo, le foto delle pagine sì da poter essere condivise sul sito. Oltre alle pubblicità dell’epoca si dà ampio spazio alle Fontane del Re (!), tema attuale… Spero di aver fatto cosa gradita.

Un saluto. Diego Celotto


Quisisana, paradiso verde (stralcio n. 1)

Quisisana, paradiso verde (stralcio n. 1)

Quisisana, paradiso verde (stralcio n. 2)

Quisisana, paradiso verde (stralcio n. 2)

Continua a leggere

Acquaforte di Quisisana

tratto da “Le Acque e il Maestrale ” di Piero Girace

Volendo dare un ulteriore contributo culturale al nostro portale, quest’oggi propongo la lettura di un brevissimo racconto narrativo, di Piero Girace, che con fare poetico e da vero scrittore, fa rivivere Quisisana, luogo incantato, purtroppo, abbandonato!!!

Buona lettura. Maurizio Cuomo.

Ciro Denza - Nel bosco! (Quisisana)

Ciro Denza – Nel bosco! (Quisisana)

I boschi antichi e folti, sono percorsi da innumerevoli viali, dove sorgono improvvise apparizioni del settecento barocco, vecchie fontane con satiri e tritoni.

La fontana del Re s’innalza maestosa sovra una grande vasca, dal fondo coperto di foglie secche.

La fontana è malata, e perciò, invece di cantare, barbuglia parole sconnesse come una vecchia sdentata, e fa lunghi discorsi, come usano appunto i vecchi, e racconta del tempo del suo rigoglio, in cui il suo forte zampillo saettava gli alti rami dei castagni, e di re Carlo d’Angiò, il quale un po’ stanco, un po’ malato veniva alla fontana, e trascorreva nella fresca ombra lunghe ore di riposo negli assolati pomeriggi estivi.

Il bosco delle fontane, d’estate, ha il tono di un’acquaforte. Continua a leggere

Quisisana (2)

a cura di Gaetano Fontana

Patrimoni stabiani perduti

l’editoriale di Maurizio Cuomo e di Ferdinando Fontanella

Patrimoni stabiani abbandonati (foto F. Fontanella)

Patrimoni stabiani abbandonati (foto F. Fontanella)

Questa immagine fotografica ritratta martedì 27 ottobre 2015, dal nostro caro amico Ferdinando Fontanella, che ai più superficiali potrà sembrare la solita immagine di routine rintracciata sul web, attesta in maniera indiscutibile, che Castellammare di Stabia, possiede, ma non riesce a gestire il suo preziosissimo patrimonio.

Ebbene, se oggi facciamo un giro sui boschi o per le nostre montagne, di scene come queste ne possiamo vedere in una quantità disarmante, non scopriamo nulla di nuovo… eppure in questo periodo, un tempo a noi non lontano, ogni buon padre stabiese, portava i suoi figli in questo luogo benedetto da Dio e maledetto dagli uomini, per “respirare” una giornata di natura, accompagnando l’intimo momento famigliare con la raccolta delle castagne, che di lì a breve poi avrebbero allietato e arricchito il pranzo domenicale.

Continua a leggere