Archivi tag: gaetano fontana

Il Capitano della Guardia di Finanza Giovanni Acanfora

a cura di Gaetano Fontana

Nel maggio 2013, una casa di produzione americana, la “Listen Prodution” di Santa Monica annunciò che avrebbe prodotto un film sulle Foibe. Il film intitolato appunto “Foibe”, sarebbe stato diretto da John Michael Kane e girato tra Trieste e Hoolywood ed avrebbe impegnato un gruppo di grandi artisti che vanta ben 12 Oscar vinti e 30 Nomination. Ci dovevano essere 152 ruoli ed un migliaio di comparse. Gli attori sarebbero provenuti dalla Repubblica Ceca, Svezia, Polonia, Russia ed ovviamente dall’Italia. Tra gli attori italiani avremmo trovato Alessandro Haber, Gianni Bruschetta, Arnaldo Harzarich, Norma Cossetto, Giobbe Covatta, Karolina Porcari, Fabio Camilli ed infine Nicolas Vaporidis. Le riprese sarebbero iniziate a gennaio 2012 e doveva essere presentato al pubblico il 10 febbraio 2013 “Giorno del Ricordo“ in memoria delle vittime delle Foibe. A noi stabiesi la notizia sembrerebbe non riguardare particolarmente, le foibe sono a Trieste, mille chilometri da qui. Però il dott. Antonio Cimmino ha notato che il film avrebbe narrato  anche la triste storia di un Capitano della Guardia di Finanza certo Giovanni Acanfora che è nato a Castellammare. Il film  al momento (febbraio 2017) non è  ancora andato in produzione.

Ho voluto fare una ricerca su questo nostro concittadino. Innanzitutto, ho cercato qualche parente che vivesse ancora a Castellammare. Nella ricerca sono stato fortunato. Non solo l’ho trovato, ma questa persona mi è stata di fondamentale aiuto per la ricerca stessa. Si tratta del sig. Franco Acanfora cugino di primo grado del capitano Giovanni Acanfora (figlio del fratello maggiore del padre).

Capitano Giovanni Acanfora

Andiamo per ordine. Il capitano Giovanni Battista Acanfora nasce a Castellammare il 10 febbraio 1911 da Luigi (commerciante) e da Castellano Maria Carmela alle ore 9,15 in via S. Caterina 77 (palazzo Madonna della Libera) come si evince dall’atto di nascita in allegato. Continua a leggere

Castel-la-mare nel 1840

(Castel-la-mare descritta nel Cosmorama Pittorico del 1840)

Pubblichiamo a seguire lo stralcio di un articolo giornalistico della famosa rivista “Cosmorama Pittorico” edita nel 1840, contenente la descrizione di come allora si presentava la città di Castellammare di Stabia. Un particolare ringraziamento al collezionista stabiese sig. Gaetano Fontana, che ha gentilmente concesso il materiale di ricerca. Continua a leggere

Befana del Vigile

La Befana del Vigile (anno 1966)

Tiempe belle ‘e ‘na vota

“Tiempe belle ‘e ‘na vota, tiempe belle addó’ state? Vuje nce avite lassate, ma pecché nun turnate?”, parafrasando per intero il ritornello di una vecchia canzone di Aniello Califano, rimettiamo all’attenzione degli affezionati lettori la presente rubrica in cui vengono raccolti, numerosi documenti che testimoniano in modo semplice ed affascinante un passato stabiese non molto remoto. Un passato che sembra essere distante anni luce dai giorni nostri e dal nostro moderno modo di vivere (o sopravvivere) in una società sempre più frenetica e opprimente, che impone un modus vivendi affannoso e alla continua ricerca della modernità o di una acclamata effimera moda del momento. Al fine di salvaguardare, in una vera e propria “banca del ricordo”, il passato tracciato dai nostri padri (il cui solco, purtroppo, per i motivi di cui sopra, sembra svanire e perdersi come le tracce sulla sabbia di un bagnasciuga battuto dalle onde di un incontrollabile burrascoso progresso), verranno qui raccolte e proposte delle rare immagini, locandine d’epoca e quant’altro possa testimoniare l’indiscutibile e fervente attività economica svolta a Castellammare di Stabia, nei bei tempi che furono…

Maurizio Cuomo

Befana del Vigile

Befana del Vigile

La Befana del Vigile (anno 1966)
( collezione Gaetano Fontana ) Continua a leggere

Renée Reggiani: Carla degli Scavi

Carla degli Scavi edizione 1982

“Carla degli Scavi” è un romanzo scritto da Renée Reggiani nel 1968.

Edito da Garzanti,  è inserito nella collana “Letture per le scuole Media”

Fino agli anni ’70 è stato  adottato come libro di lettura anche da alcune scuole medie di Castellammare.

Mi farebbe piacere se qualche docente stabiese lo riproponesse oggi ai sui alunni.

La protagonista del romanzo è una ragazza milanese Carla Clerici che viene invitata a Castellammare per una vacanza da alcuni parenti che non conosce. Vacanza di cui Carla non è per nulla entusiasta… Continua a leggere