Maria Luisa d’Austria a Castellammare

Maria Luisa d’Austria a Castellammare

di Giuseppe Zingone

Francois Gèrard, Ritratto dell’Imperatrice Marie Louise

Maria Luisa d’Austria o Maria Luigia di Parma, nacque a Vienna il 12 dicembre 1791 e morì a Parma il 17 dicembre 1847. In questa sua breve permanenza, possiamo osservare quale fosse l’itinerario della Arciduchessa: fatto si di visite formali, (alle quali evidentemente non poteva sottrarsi), ma anche ricco di interessi personali.
Imperatrice consorte dei francesi dal 1810 al 1814 in quanto moglie di Napoleone I, e duchessa regnante di Parma, Piacenza e Guastalla dal 1814 al 1847 per decisione del congresso di Vienna.
Suo nonno era Ferdinando I re di Napoli, poi Ferdinando IV delle Due Sicilie.1

Notizie Interne, Napoli 1 luglio

Il dì 25 del corrente (Giugno n.d.r.) S. M. l’Arciduchessa Maria Luigia Duchessa di Parma si portò in Castellamare, ove osservò con piacere il Monte Coppola, la Chiesa di Puzzano, le acque minerali, il real cantiere e con particolarità il vascello che vi si sta costruendo.2 Essa si restituì il giorno stesso a questa capitale.3L’Arciduchessa si trattenne diversi giorni a Napoli, dove visitò molti luoghi, tra cui l’osservatorio astronomico di Capodimonte il 27 Giugno: “Osservò poi minutamente gl’istromenti astronomici e geodetici e discorse dei loro uso con molto interessamento, dopo di che si arrestò a vedere i due grandi cerchi ripetitori nelle superiori torrette, e la macchina Equatoriale, il cannocchiale della quale fu diretto al pianeta di Venere, che S. M. si compiacque osservare“. Il di 28 del medesimo alle ore 5 pomeridiane: “onorò di sua visita il real collegio militare detto della Nunziatella. Il generale Zwayer4ispettor generale del collegio medesimo, l’accolse all’ingresso con tutti gli alunni schierati, che fecerle i dovuti onori. Quindi il di 29: “volle assistere ad uno scavo di sepolcri greci e romani presso il reale edifizio degli Studi“. Questa mattina (giorno 30 n.d.r.): “S. M. l’Arciduchessa Maria Luigia Duchessa di Parma ha abbandonato la nostra capitale per recarsi in Sicilia. È passata a bordo della fregata la Cristina destinata a condurla in Palermo”.

Genealogia di Maria Luisa d’Asburgo Lorena (tratto da Wikipedia)


 

  1. Sotto il suo regno l’ampliamento dei cantieri navali, ma anche la repubblica napoletana del 1799 e il regno di Napoli passato ai francesi dal 1806 al 1815, Ferdinando morì il 4 Gennaio 1825.
  2. Molto probabilmente si tratta del vascello Vesuvio, Castellammare di Stabia, 2 dicembre 1824.
  3. In: Giornale del Regno delle Due Sicilie, giovedì, 1 Luglio 1824, numero 155, pag. 625.
  4. Il barone D. Carlo Zwayer ispettore del collegio ed accademia militare, già nel 1822.

About 

Collaboratore di Redazione
Insegna a Roma, vive a Ladispoli, nutre molti interessi, come: la storia religiosa, l'arte, la fotografia e l'amore per la sua Castellammare di Stabia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.