Antiche Terme Stabiane

Le Antiche Terme

Le Antiche Terme
( a cura del prof. Giuseppe D’Angelo, testo tratto da: “Rivivi la Città” )

Antiche Terme Stabiane

Antiche Terme Stabiane

Dopo anni di discussione, nel 1827, su progetto dell’architetto Catello Troiano, iniziarono i lavori per la costruzione delle Terme Comunali, terminati nel 1836. Nel corso degli anni vi si aggiunsero altri corpi di fabbrica, fra cui nel 1893, su progetto dell’architetto Filosa, il celebre Padiglione Moresco e, nel 1900, la Vasca d’erogazione, in ferro battuto, su disegni dell’ing. Eugenio Cosenza.
Tra la fine dell’800 e gli anni ’50, questo complesso dalla struttura neoclassica ospitò celebrità provenienti da mezza Europa, noti complessi musicali, mostre di pittura, nonché manifestazioni mondane e culturali.

Demolizione delle Antiche Terme: il primo colpo di piccone (archivio liberoricercatore.it)

Demolizione delle Antiche Terme: il primo colpo di piccone (archivio liberoricercatore.it)

Il 26 febbraio 1956 iniziò la demolizione dell’antica struttura per far posto all’attuale costruzione progettata dall’architetto Marcello Canino.

About 

Autore
Nato a Castellammare il 21 gennaio 1943, ha avuto Il grande merito di aver avviato il riordino dell’Archivio Storico del Comune di Castellammare di Stabia di cui è stato Soprintendente Archivistico Onorario fino dal 1979. Caporedattore della rivista Cultura & Società nonché autore di numerosi ed apprezzati saggi storici. E’ morto nella sua Castellammare, il 22 febbraio 2017.

2 pensieri su “Le Antiche Terme

  1. enzo cesarano

    Quest’immagine della prima picconata che iniziò a distruggere la memoria e l’anima della piccola città, trasformandola in qualcosa che, a distanza di anni, non si è capito cos’è…purtroppo ancora oggi quel piccone nessuna mente illuminata riesce a fermare.

    Rispondi
  2. Corrado Di Martino

    La prima picconata? A quando l’ultima, a quando la fine di questo “sperpetuo”? Colpo su colpo, sembra che “il piccone” voglia distruggere i propri figli come la Medea di Euripide…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.